Tu sei qui: Home Visita virtuale del Museo Storico Piano Inferiore del Museo Storico 3 - I Finanzieri del Risorgimento

3 - I Finanzieri del Risorgimento

Nei Corpi di finanza degli Stati pre-unitari, forse per effetto della comune tradizione napoleonica, ebbe notevole diffusione l’ideologia liberal-patriottica.

Nel 1848 i finanzieri lombardi parteciparono attivamente alle “Cinque Giornate”di Milano ed alle insurrezioni di Como,Varese e Brescia, ponendosi agli ordini del governo provvisorio.

L’anno successivo la Guardia di finanza pontificia fu mobilitata interamente per la difesa della Repubblica Romana, e si distinse nei combattimenti sul confine meridionale, nella zona di Terracina, e poi nell’epica lotta sul Gianicolo.

Anche il battaglione dei bersaglieri lombardi, comandato da Luciano Manara, era in gran parte costituito da finanzieri, reduci dalle “Cinque Giornate” milanesi.

Nel 1859 i finanzieri piemontesi concorsero alla difesa di Cannobio, sul Lago Maggiore, ed alla liberazione di Varese.

Numerosi volontari si unirono a Garibaldi con i Mille e poi tra i Cacciatori delle Alpi.

IFinanzieriNelRisorgimen 000002

1) Il giornale edito durante le cinque giornate di Milano che da notizia della partecipazione dei finanzieri all'insurrezione - 2) Copricapo e Daga dei finanzieri del Lombardo Veneto - 3) Copricapo e Daga dei finanzieri del Lombardo Veneto - 4) Giuramento di servizio dei finanzieri del Lombardo Veneto - 5) Timbri dei finanzieri pontifici, di Fermo e della Brigata di Finanza a cavallo di Macerata - 6) Copricapo dei Finanzieri del Granducato di Toscana - 7) Proclama del Governo provvisorio di Lombardia indirizzato al Corpo della Guardia di Finanza per dare pubblica testimonianza della gratitudine della Patria per la partecipazione alle Cinque Giornate.

Risorgimento 000003

1) Drappello del Corpo di cavalleria di Finanza dello Stato Pontificio scorta una diligenza postale - 2) Targa rilasciata dal comune di Palermo ad un finanziere che partecipò alla spedizione dei mille - 3) Medaglie ricordo appartenute a finanzieri che furono alle dipendenze di Garibaldi - 4) Carabina Vetterli mod. 1879 in uso alle truppe di Finanza Pontificie fino al 1870 - 5) Proclama riguardante la costituzione del battaglione di finanzieri per la difesa della Repubblica Romana - 6) Elmo e chiodo, copricapo dei finanzieri del Ducato di Parma - 7) Quadro - 8) Cappello alla calabrese, copricapo dei finanzieri pontifici che combatterono agli ordini di Garibaldi per la difesa della Repubblica Romana - 9) Giubba dei finanzieri pontifici.