Tu sei qui: Home Notizie Inaugurazione della mostra dal titolo “Francesco Morosini in guerra a Candia e in Morea”

Inaugurazione della mostra dal titolo “Francesco Morosini in guerra a Candia e in Morea”

Venezia, Palazzo Corner Mocenigo, 12 luglio 2019

Il Presidente del Museo Storico, Gen. C.A. (ris.) Flavio Zanini, il Comandante Interregionale dell’Italia Nord Orientale, Gen. C.A. Bruno Buratti, e il Comandante Regionale Veneto, Gen. D. Giovanni Mainolfi, partecipano, alla presenza delle massime autorità cittadine e dei rappresentanti delle maggiori istituzioni culturali veneziane, all’inaugurazione della mostra dal titolo “Francesco Morosini in guerra a Candia e in Morea”, allestita a Palazzo Corner Mocenigo di Venezia, sede del Comando Regionale Veneto. L’esposizione, dedicata alle campagne militari condotte dal Doge e Capitano Generale da Mar della Serenissima a Creta (Candia) e nel Peloponneso (Morea), ruota attorno ad un inedito ciclo di tele settecentesche restaurate per l’occasione, che costituisce un vero e proprio racconto per immagini delle imprese del condottiero veneziano, impreziosito da armi, cimeli, monete, medaglie e documenti storici provenienti dal Museo Correr, dall’Archivio di Stato di Venezia, dalla Fondazione “Giorgio Cini” e da collezioni private, e dall’allestimento, particolarmente suggestivo, di una sezione di poppa di una galea veneziana del XVII secolo, sormontata da un grande fanale proveniente dalle collezioni Morosini.

Madrina della cerimonia, la Dott.ssa Francesca Simonetti, consorte del Gen. C.A. Bruno Buratti.

La caserma “Piave”, uno dei più grandiosi palazzi veneziani che fu dimora gentilizia di tre dogi del ‘600, edificata nel 1564, è entrata così a far parte dell’offerta culturale proposta dal Museo Storico della Guardia di Finanza (tra i principali sostenitori dell’iniziativa) ed ispirata ad una moderna concezione di fruibilità del patrimonio storico, realizzata non attraverso la semplice esposizione di oggetti, bensì in un contesto di tipo immersivo caratterizzato da una varietà di linguaggi (testi, immagini, video, suoni).

Il percorso espositivo, sviluppato in 6 sezioni tematiche distribuite nell’atrio di ingresso e su entrambi i piani nobili del Palazzo, è stato in grado di stimolare, nei quattro mesi di apertura (dal 12 luglio al 5 novembre), curiosità ed emozioni, fornendo agli oltre 10.000 visitatori provenienti da tutto il mondo una visione d’insieme sugli aspetti più significativi delle imprese del grande personaggio veneziano e permettendo contestualmente di esplorare un edificio di rara bellezza oggetto di accurata opera di restauro curata dalla Guardia di Finanza, la cui destinazione consente l’accesso al pubblico solo in particolari occasioni.