Tu sei qui: Home Notizie A Pescara risplende l'eroismo del Ten. Saul Angelini

A Pescara risplende l'eroismo del Ten. Saul Angelini

Pescara, venerdì 12 aprile 2019.

Il 12 aprile, con inizio alle ore 9,30, presso il Museo “Vittoria Colonna” di Pescara, nel quadro dell’evento dal titolo “Un inedito centenario abruzzese: storia di un eroe e del suo ritratto”, organizzato dal locale Comando Provinciale del Corpo, d’intesa con l’Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio”, il Maggiore Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, ha tenuto un intervento dal titolo “Saul Angelini, un eroe da non dimenticare”, dedicato al Tenente Angelini, nato a Mosciano Sant’Angelo (Teramo) nel 1894, cui si riferisce il ritratto di cui sopra ed alla cui memoria è intitolata la caserma sede dello stesso Comando Provinciale. L’Eroe delle Fiamme Gialle, caduto in combattimento a Gorian (Albania) il 31 luglio 1918, fu decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare. Nella circostanza è stato presentato al pubblico l’originale del quadro che, nel 1919, la famiglia Angelini commissionò al celebre pittore Francesco Patella, anch’egli originario di Mosciano Sant’Angelo. L’opera, che in seguito fu donata dalla stessa famiglia Angelini al Museo Storico, è stata affidata in comodato alla caserma pescarese nel 2001. Sino ad oggi si sconosceva letteralmente l’autore. La circostanza ha consentito al Corpo, così come alla cittadinanza pescarese, di poter apprezzare ancora di più l’importanza che il Museo Storico riveste nell’ambito dello scenario culturale del Paese: a questo punto scrigno di vere e proprie “opere d’arte”, come lo è la “riscoperta” tavola del Patella.