Tu sei qui: Home Notizie

Notizie

Scolaresca in visita al Museo Storico

Scolaresca in visita al Museo Storico

Roma, lunedì 11 novembre 2019

Delegazione armena in visita al Museo Storico

Delegazione armena in visita al Museo Storico

Roma, mercoledì 18 settembre 2019

L'Accademia del Corpo in visita al Museo Storico

L'Accademia del Corpo in visita al Museo Storico

Roma, venerdì 13 settembre 2019

49^ Edizione del Giffoni Film Festival

49^ Edizione del Giffoni Film Festival

Giffoni Valle Piana (SA), 19 - 27 luglio 2019

Raduno di auto storiche ad Amatrice (RI)

Raduno di auto storiche ad Amatrice (RI)

Amatrice (RI), domenica 14 luglio 2019

Lo sci di un tempo

Lo sci di un tempo

Carano (Trento), dal 12 luglio 2019

Dal 22 al 25 ottobre 2015, la Guardia di Finanza sarà presente con un proprio stand espositivo alla manifestazione "Auto e Moto d'Epoca", che si svolgerà alla Fiera di Padova. In tale occasione, per celebrare gli 80 anni della costituzione del Servizio Motorizzazione del Corpo, saranno esposte alcune tra le vetture d'epoca più rappresentative facenti parte della collezione del Museo Storico della Guardia di Finanza.

Guarda le foto

Il Museo Storico della Guardia di Finanza parteciperà il 22 maggio 2016, con alcuni mezzi storici appartenuti al Corpo, all'evento "Historic Car Venice", organizzato dall'Automobile Club Venezia.

Galleria fotografica

Dal 26 aprile al 26 giugno  2016, la Pinacoteca Camillo d' Errico e il Museo Storico della Guardia di Finanza presentano "La Prima Guerra Mondiale e la Guardia di Finanza".

La mostra, che il Museo Storico del Corpo presenta qui a Palazzo San Gervasio, vuole essere, quindi, una tangibile testimonianza di ciò che è stato veramente il contributo offerto dalle Fiamme Gialle nel corso della "Grande Guerra": contributo spesso ignorato dagli storici più affermati, ovvero dai giornalisti prestati alla storia.

Attraverso i vari cimeli esposti, alcuni dei quali di grande valore simbolico, il visitatore avrà modo di comprendere quanto possa essere stata dura la vita di trincea, quella in alta montagna e sulle coste del mare; di quanto possano essere stati duri i combattimenti corpo a corpo, talvolta anche all'arma bianca; di quanto sia stato determinante il ruolo che gli stessi finanzieri ebbero in quei lunghi quattro anni di guerra, nel corso dei quali tutelarono l'economia nazionale, combattendo pure il contrabbando e la borsa nera. La storia della Guardia di Finanza, a mio giudizio, va quindi letta sotto una luce diversa: una luce che consenta di conoscerla meglio anche sotto il punto di vista del valore militare e dello spirito di sacrificio che pure i "soldati con le Fiamme Gialle" hanno saputo incarnare, al pari degli altri membri del c.d. "consorzio militare".
Palazzo San Gervasio, aprile 2016
Il Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza
(Maggiore Gerardo Severino)

 

Il giorno 16 giugno, alle ore 17:30, il  FAI "Sardegna" e il Museo Storico della Guardia di Finanza organizzano, presso la Fondazione di Sardegna, il Convegno dal titolo "Alla ricerca della storia perduta", nel corso del quale verrà analizzato il tema dell'eroismo dei Finanzieri sardi durante la "Grande Guerra". Interverranno, fra gli altri, Il Direttore del Museo Storico.

Per l'occasione verrà presentato il libro del Maggiore Gerardo Severino dal titolo " Le indomite Fiamme Gialle della XXI Compagnia Sassari. Dalla Costituzione del Reparto alle epiche imprese sul Monte Cimone", edito in occasione del centenario di tali azioni di guerre.

 

 

 

 

GALLERIA FOTOGRAFICA

Giovedì 29 settembre, presso la Caserma “Mazzini”, sede della Scuola Nautica di Gaeta (LT), nell’ambito degli eventi organizzati per il bicentenario dell’Istituzione del Servizio Navale del Corpo e del 90° anniversario della fondazione del citato reparto di formazione, si è svolta, alla presenza del Comandante Generale, Gen. C.A. Giorgio Toschi, dell’Ispettore per gli Istituiti di Istruzione, Gen. C.A. Luciano Carta, del Comandante della Legione Allievi Gen. B. Vito Straziota, del Presidente e del Direttore del Museo Storico del Corpo, Gen. C.A. Luciano Luciani e Magg. Gerardo Severino, nonché del Comandante della Scuola, Col. Costanzo Ciaprini e delle numerose autorità civili, militari e religiose intervenute, la cerimonia di inaugurazione del “Museo Storico del Servizio Navale e della Scuola Nautica”. Nell’occasione, è stata scoperta un’epigrafe marmorea raffigurante l’edificio storico di Pola (Repubblica di Croazia), prima sede dell’Istituto di formazione e le caserme attualmente in uso alla Scuola Nautica. Madrina della cerimonia è stata la sig.ra Orietta Toschi, consorte del Comandante Generale. Sorto attorno ad un primo nucleo di cimeli storici, provenienti per lo più da generose donazioni di collezionisti privati, ovvero da conferimenti da parte di ex appartenenti alla Scuola Nautica ed allo stesso Servizio Navale delle Fiamme Gialle, il Museo si è poi arricchito con importanti cimeli (uniformi, buffetterie, armi, documenti, quadri, ecc.) provenienti dal citato Museo nazionale dei Finanzieri. A questa prima esposizione lavorò per anni, e con grandissimo amore, il compianto Maresciallo Aiutante “mare” Patrizio Avolio, un abile istruttore e uomo di mare, oltre che esperto modellista e restauratore, che ricordiamo tutti con grande affetto e riconoscenza, il quale fu assecondato in tale ottica sia dai vari Comandanti della Legione Allievi e della Scuola Nautica che dalla stessa dirigenza del Museo Storico del Corpo. Attraverso un percorso espositivo che segue un iter prevalentemente cronologico, e caratterizzato da ampi saloni collegati fra loro, le gallerie museali documentano “in primis” le origini e l’evoluzione storica del Servizio Navale delle Fiamme Gialle, sorto in Piemonte in virtù di un Regio Decreto del 4 giugno 1816, con il quale veniva esteso in gran parte degli Stati Sardi (ove ebbe origine l’odierna Guardia di Finanza, nel 1774) il Regolamento doganale del risorto Regno Sabaudo. Oltre a ricordare l’epopea dei “Preposti Marittimi” delle Regie Gabelle sarde, il Museo offre, quindi, spunti di conoscenza anche riguardo alle vicende storiche appartenute ad altre “Marinerie Doganali” preunitarie, fra le quali certamente merita particolare menzione quella dello Stato Pontificio, che risaliva addirittura al 1786 e che operò sino al 20 settembre del fatidico 1870: lo stesso contesto storico nel quale lo statista Giuseppe Mazzini si trovava “relegato” fra le mura della storica Caserma che oggi orgogliosamente ne porta il nome. L’esposizione prosegue, quindi, con il racconto dell’evoluzione del servizio operativo svolto dai Finanzieri di “mare” anche dopo l’unificazione nazionale del 1861, per poi affrontare il tema della istruzione marinaresca e professionale cui verranno destinati, a partire dal 1894 presso il Deposito Allievi di Messina, le giovani “reclute”. Fra guerra e pace, le Fiamme Gialle del mare hanno operato sempre al servizio del Paese, diuturnamente presenti lungo le coste del “mare territoriale” e delle c.d. “acque interne”, sia per difendere l’Erario nazionale, i confini della Patria ma anche per tutelare la sicurezza dei cittadini, offrendo spesso generosamente anche la propria vita pur di salvare quella altrui, come ha giustamente ricordato il Generale Toschi nel suo discorso ufficiale. Anche grazie all’esibizione delle uniformi dell’epoca, degli oggetti di vita comune, delle immagini del tempo e dell’iconografia di pittori che si sono dedicati alla storia del Corpo, il Museo ricorda poi la nascita e l’evoluzione della richiamata Scuola Nautica, sorta a Pola (in Istria) nel settembre del 1926, per iniziativa di un grande “uomo di mare”, Vittorio Giovanni Rossi, allora Capitano delle Fiamme Gialle e celebre scrittore di romanzi e racconti dedicati al mare e all’avventura. Già Comandante della gloriosa Flottiglia Costiera di Trieste, il Rossi concretizzò l’idea di un addestramento molto più efficace delle Fiamme Gialle alla vita in mare, necessità particolarmente sentita dall’Istituzione dopo la fine della “Grande Guerra”. La Scuola Nautica, che a partire dal gennaio 1927 inizierà i suoi corsi di formazione anche per i futuri Sottufficiali del Contingente di Mare, ebbe tutte le caratteristiche (umane, tecniche, logistiche e ambientali) richieste allora per il raggiungimento di tale obbiettivo. Rimarrà a Pola sino all’epilogo della 2^ guerra mondiale, per poi “rivedere la luce” nella bellissima città di Gaeta, nel corso del 1948. Il “Museo del Servizio Navale e della Scuola Nautica della Guardia di Finanza”, allestito dal Direttore e dal personale del Museo Storico e da quello della stessa Scuola Nautica, non si presenta perciò solo come una mera mostra di oggetti e curiosità militari di vario genere, ma è da considerarsi un vero e proprio “scrigno d’arte marinaresca”, offrendo, infatti, ai visitatori una panoramica dei vari manufatti, equipaggiamenti ed attrezzature ideate nel tempo per la vita in mare, sia dal punto di vista strettamente marinaresco che di quello professionale. Il Museo, che verrà diretto in loco dal Lgt. William Peppo, riserva, infine, alcuni spazi alle varie vicende storiche vissute dalla Scuola nell’attuale sede, ricordando sia l’affettuoso legame che unisce il Corpo alla nobile città di Gaeta e alla Caserma “Mazzini”, sia il compito assolto nella formazione di intere generazioni di “Fiamme Gialle del mare”, ivi compreso lo strabiliante ruolo da essa ricoperto a favore degli sport nautici, essendo stata – come lo è tuttora – fucina di campioni mondiali. Il Servizio Navale rappresenta – ancora oggi – il “fiore all’occhiello” dell’organizzazione operativa delle Fiamme Gialle. A tale Servizio, sia il Paese che la Comunità internazionale devono molto, così come molta riconoscenza debbono alla Guardia di Finanza ed alla sua amata Scuola Nautica, linfa vitale per i futuri equipaggi che continueranno a solcare in armi i nostri mari. A tali Istituzioni auguriamo perciò lunga vita e sempre maggiori fortune.

Dal 16 al 18 marzo 2015, la Guardia di Finanza sarà presente con un proprio stand espositivo alla manifestazione "Milano Auto Classica", che si svolgerà al quartiere Fiera Milano Rho. In tale occasione, saranno esposte alcune tra le vetture d'epoca più rappresentative facenti parte della collezione del Museo Storico della Guardia di Finanza.

Guarda le foto

Oggi, in Castelnuovo di Garfagnana (Lucca), alle ore 10.30, presentazione del volume “La grande guerra vista dagli storici delle Forze Armate”. Tra gli interventi, quello di Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza.

Locandina

Lo scorso 23 novembre, presso il Salone d'Onore della Caserma "Gen. B. Sante Laria", si è tenuta la cerimonia di Inaugurazione dell'Anno di Studi 2016/2017 della Guardia di Finanza, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Dott. Matteo Renzi, e del Ministro dell'Economia e delle Finanze, Prof. Pier Carlo Padoan. Il Capo del Governo, accompagnato dal Generale Toschi e dal Ministro delle Finanze, ha avuto anche modo di visitare brevemente il Museo Storico del Corpo, accolto dal Direttore dello stesso Ente, Magg. Gerardo Severino. Al termine della cerimonia, ripercorrendo nuovamente il corridoio centrale del Museo, il Presidente del Consiglio si è congratulato, sia con il Comandante Generale che con il Presidente del Ente, Generale Luciano Luciani, per il lavoro che l’Ente Morale svolge quotidianamente per la salvaguardia delle tradizioni storiche delle Fiamme Gialle.

Fotografie

A partire dal giorno 3 ottobre u.s., il Museo Storico del Servizio Aereo della Guardia di Finanza di Pratica di Mare è finalmente aperto anche al pubblico ! Appassionati, scolaresche e visitatori italiani e stranieri potranno prenotarsi sul sito del Museo Storico del Corpo su http://museostorico.gdf.it/ o da Iride per gli appartenenti al Corpo. Il Museo occupa una superficie di quasi 1000 metri quadrati e presenta una collezione storica di tutto rispetto, composta da 5 elicotteri ed un aeroplano oltre che da una grande quantità di cimeli, tute ed equipaggiamenti da volo ed armi. La storia del Servizio Aereo è ampiamente descritta grazie a documenti, display e documentari che tracciano le origini di questa componente dal 1911 ai giorni nostri. I visitatori potranno provare l'ebbrezza del pilotaggio grazie ad un simulatore di volo e ripercorrere tutte le tappe dello sviluppo e dell'impiego dei mezzi aerei nelle varie epoche seguendo una visita guidata in italiano ed inglese. L'accesso per i disabili e tutta una serie di ausili informatici garantiscono assistenza e modernità a tutto vantaggio dei visitatori, che potranno prenotarsi nei giorni mercoledì e venerdì con orario 09.00 /12.30.

Nella splendida cornice del Teatro Flavio Vespasiano di Rieti, in occasione della presentazione del Calendario Storico - ed. 2017 e del tradizionale Concerto di Natale della Banda Musicale del Corpo che si è tenuto il 14 dicembre u.s., è stata allestita per l'occasione, a cura del Museo Storico del Corpo, una mostra fotografica sul servizio Aeronavale del Corpo.

Teatro Flavio Vespasiano

Galleria Fotografica

Il 19 dicembre il Ministro dell’Interno, Sen. Marco Minniti, accompagnato dal Comandante Generale, Gen. C.A. Giorgio Toschi, dopo aver deposto una corona di alloro al Sacrario dei Caduti del Corpo della Caserma "Generale Sante Laria  si è intrattenuto a lungo per una visita ai locali del Museo Storico, culminata con la tradizionale firma del Libro d’Onore.

Galleria Fotografica

Recentemente, il libro “L’ultima battaglia del partigiano Sentinella. Storia di Edgardo Fogli (1901-1945). Finanziere, militante comunista, eroe della Resistenza, Medaglia d’Oro al Valor Militare”, di cui sono autori il Maggiore Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, e il Maresciallo Ordinario Mauro Saltalamacchia, in servizio presso l’Ufficio Storico del Comando Generale del Corpo, ha partecipato al prestigioso concorso letterario per l’attribuzione dell’VIII premio “Gen. Div. Amedeo De Cia”.
Nell’ambito di tale concorso la monografia, sottoposta all’esame di una giuria - presieduta dall’editrice Francesca Patti e composta da personalità del mondo culturale e militare - è risultata vincitrice, nella categoria riservata alle opere edite e concernenti saggistica militare, con l’attribuzione del primo premio, con annesso compenso di € 1.000.
Alla cerimonia di premiazione, che si terrà il prossimo 20 gennaio presso il Museo Storico della Liberazione di Lucca, parteciperà, in forma privata, il Maresciallo Mauro Saltalamacchia.
Come da consolidata tradizione e, soprattutto, per libera scelta dei vari autori in servizio nella Guardia di Finanza, i quali, sia in passato che nel presente, hanno realizzato testi storici dedicati alle Fiamme Gialle, collaborando sia con il Museo Storico che con l’Ente Editoriale per il Corpo della Guardia di Finanza, il Maggiore Severino e il Maresciallo Saltalamacchia hanno deciso di devolvere il corrispettivo del premio in beneficenza, donandolo alla prestigiosa Sezione di Comacchio (città natale del partigiano Fogli) dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, grazie alla cui collaborazione è stato possibile pubblicare il libro vincitore del premio.
È, infatti, convinzione degli autori che tale contributo possa essere validamente utilizzato per il perseguimento di quei nobili fini dei quali l’A.N.P.I. stessa è affidataria, nel comune lavoro di salvaguardia della memoria della Resistenza e della Guerra di Liberazione, alla quale anche le Fiamme Gialle hanno contributo con grandissimo valore e coraggio.

La Guardia di Finanza ha celebrato il "Giorno della Memoria" al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e – a rischio della propria vita – hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Per ricordare il contributo dei finanzieri che hanno sacrificato la vita per aiutare gli ebrei e i perseguitati, il Comandante Generale, Gen.C.A. Giorgio Toschi, ha deposto una corona di alloro al Sacrario dei Caduti del Corpo.

Nel Salone d'Onore del Comando Generale, sono state consegnate ai figli dei decorati le Medaglie al Merito Civile concesse dal Presidente della Repubblica al Maresciallo Maggiore Paolo Boetti e al Brigadiere Aldo Benedettelli per la loro opera umanitaria nel periodo 1943 - 1945.

Nel corso dell'evento, sono state tenute delle prolusioni da parte del Gen.C.A. Luciano Luciani e del Magg. Gerardo Severino, rispettivamente Presidente e Direttore del Museo Storico del Corpo, nonché  Direttore del "Nucleo di Ricerca".

Ulteriori informazioni

Martedì 31 gennaio, con inizio alle ore 10,30, presso la Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea di Ferrara si terrà il Convegno dal titolo "Gli aiuti ai profughi ebrei e ai perseguitati: il ruolo della Guardia di Finanza".

All'incontro, organizzato nell'ambito delle commemorazioni per il "Giorno della Memoria", in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, parteciperanno quali relatori il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, e la prof.ssa Anna Quarzi, Direttore dell'Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara.

Nel corso dell'evento verrà presentato il volume "21 giugno 1944: Destinazione Mauthausen. Storia di Paolo Boetti, Maresciallo della Guardia di Finanza, Medaglia d'oro al Merito Civile alla memoria" di cui è autore il Magg. Severino.

Il Comune di Giavera del Montello (TV), in collaborazione con la Sezione di Montebelluna dell'Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia (A.N.F.I.), in occasione delle commemorazioni per il "Giorno della Memoria", 27 gennaio e per il "Giorno del Ricordo", 10 febbraio, ha organizzato un pubblico incontro dal titolo "La Guardia di Finanza tra leggi razziali ed esodo giuliano-dalmata".

All'evento parteciperà il Col.t.ST. Alessandro N. Serena, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso, per un indirizzo di saluto, e il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, quale relatore.

L'incontro si terrà mercoledì 1° febbraio, a partire dalle ore 20.30, presso la Sala Consiliare in Piazza Donatori del Sangue n. 6.

La mattina del 6 febbraio è venuto improvvisamente a mancare all’affetto dei Suoi cari e del Corpo intero il Signor Generale C.A. Luciano LUCIANI, Presidente del Museo Storico del Corpo. Già Comandante in 2^ della Guardia di Finanza, il Generale Luciani era da molti anni Presidente di questa gloriosa Istituzione, alla quale ha saputo donare energie e competenza. Noto storico militare, Egli ha legato il suo nome a molte celebri pubblicazioni, così come a numerose iniziative culturali. La sua immatura e inaspettata scomparsa priverà il Paese di un grande militare, di un grande storico e ricercatore, ma soprattutto di un grandissimo Uomo, un signore d’altri tempi, al quale il sottoscritto, il Consiglio di Amministrazione, i membri del Comitato di Studi Storici, nonché il personale militare in servizio presso l’Ente Morale rivolgono un commosso e riverente ricordo.

I funerali del Generale Luciani si sono tenuti il 7 febbraio alle ore 15, presso la Parrocchia di San Frumenzio (Via Cavriglia, n. 8, angolo Via dei Prati Fiscali).

L’Indirizzo della Famiglia è il seguente: Via Piero Foscari, n. 121 – Roma

IL DIRETTORE
Magg. Gerardo SEVERINO

Bolotana (NU) 8 aprile 2017

Presentazione libro

Sabato 8 aprile, alle ore 18, l'Amministrazione comunale di Bolotana e l'editore Carlo Delfino, in collaborazione con il Museo Storico del Corpo, presentano, presso l'Aula Consiliare, il libro del Magg. Gerardo Severino dal titolo "La vita per l'Italia". Storia di Bachisio Mastinu di Bolotana, Finanziere e Agente Segreto al Servizio della Resistenza.

Saranno  presenti l'autore e l'editore.

 

Nell’ambito delle celebrazioni della Festa della Liberazione, si è tenuto l'8 maggio, con inizio alle ore 9, presso l’Aula Consiliare del Comune di Massa, un incontro commemorativo in ricordo del Maresciallo Maggiore Vincenzo Giudice, Medaglia d’Oro al Valor Militare, barbaramente trucidato a Bergiola Foscalina di Carrara il 16 settembre del 1944, unitamente a 70 altre vittime innocenti della barbarie nazifascista. All’incontro, voluto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Massa, d’intesa con la locale Amministrazione Comunale, ha preso parte una rappresentanza di studenti delle Scuole Secondarie di Massa e Carrara. Previsti, fra gli altri, gli interventi del Sen. Riccardo Nencini, Vice Ministro per le Infrastrutture e Trasporti e del Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, il quale presenterà la relazione dal titolo “VINCENZO GIUDICE, RITRATTO DI UN EROE”.

Biografia

Comandi / Incarichi Ricoperti

Dopo aver frequentato il 71° Corso “Due Piavi II” presso l'Accademia ed i Corsi di Applicazione (1971/1975), nel corso della sua carriera, il Gen.C.A. Zanini:

ha comandato importanti reparti territoriali quali:

  • la II Tenenza di Genova;
  • la Sezione Mobile Legionale di Genova, con competenza sull’intera Liguria;
  • la Tenenza di Muggia (TS);
  • la Compagnia di San Candido e di Brunico (BZ);
  • la Compagnia di Rimini;
  • il Gruppo di Modena;
  • il Comando Provinciale di Milano;
  • il Comando Regionale Emilia Romagna;
  • il Comando Regionale Liguria;

 

ha assolto numerosi incarichi operativi, quali:

  • Comandante del I Gruppo di Sezioni del Nucleo Regionale PT di Bologna;
  • Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria di Modena;

 

ha ricoperto prestigiosi incarichi di staff:

  • nel grado di Capitano, è stato Capo Sezione Reclutamento dell’Ufficio Reclutamento ed Addestramento del I Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza ed Aiutante di Campo del Generale di Divisione Ispettore per l’Italia Nord Occidentale;
  • da Colonnello è stato Aiutante di Campo del Ministro delle Finanze e del Ministro del Tesoro;
  • da Ufficiale Generale ha assolto l’incarico di Vice Capo Gabinetto del Ministro dell’Economia e delle Finanze e di Capo di Stato Maggiore del Comando Interregionale dell’Italia Centro Settentrionale e del Comando Aeronavale Centrale;

 

ha, inoltre, ricoperto, nel grado di Tenente e per oltre due anni, un incarico di addestramento presso il Battaglione AA.FF. di Portoferraio (LI).

Promosso Generale di Corpo d’Armata il 1° gennaio 2013, il Gen. Zanini ha ricoperto gli incarichi di:

  • Comandante Interregionale dell’Italia Nord Orientale con sede a Venezia (2013-2015);
  • Comandante Interregionale dell’Italia Centro Settentrionale con sede a Firenze (2015);
  • Comandante Interregionale dell’Italia Nord Occidentale con sede a Milano, che continua a reggere dall’agosto 2015;
  • Comandante in Seconda dal 25 maggio 2016 al 16 gennaio 2017.

 

Con Decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, datato 7 marzo 2017, è stato nominato Presidente del Museo Storico del Corpo a decorrere dal 1° gennaio 2017.

 

Titoli di Studio e Attività di Docenza

Il Gen. C.A. Zanini è titolato del "Corso Superiore di Polizia Tributaria" (1989/1991) ed ha frequentato numerosi Corsi di Specializzazione e di Alta Qualificazione organizzati dalla stessa Scuola di Polizia Tributaria e dagli istituti di formazione del Corpo.

Laureato in “Giurisprudenza” ed in “Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria” (1° e 2° livello), l’Ufficiale Generale ha svolto incarichi di insegnamento presso gli Istituti di Istruzione del Corpo.

 

Produzione Scientifica, Decorazioni ed Onorificenze

È autore di alcuni studi monografici di interesse tecnico-professionale.

È Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, è decorato di Medaglia Mauriziana, di Medaglia d'oro al merito di lungo comando di reparti e della croce d’oro con stelletta per 40 anni di servizio nella Guardia di Finanza.

È insignito del distintivo d'onore per aver prestato servizio presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze e presso l’allora Ministero del Tesoro.

Nel corso della carriera gli sono state tributate numerosissime ricompense di ordine morale.

In data 31 marzo 2017 si è tenuta la prima riunione del nuovo Consiglio di Amministrazione del Museo Storico, nominato dal Ministro dell'Economia e delle Finanze con decreto del 7 marzo 2017.

Il predetto C.di.A. è costituito dai seguenti Ufficiali del Corpo:

· Gen. C.A. (aus)  Flavio ZANINI                              - Presidente;

· Gen. C.A. (ris)    Mauro MICHELACCI                   - Membro;

· Gen.D. (spe)       Bruno BURATTI                          - Membro;

· Ten. Col. (spe)    Giorgio SALERNO                      - Membro;

· Ten. Col. (spe)    Enrico SPANO’                            - Membro;

· Magg. (spe)         Gerardino SEVERINO                - Membro e Segretario.

 

 

Lo scorso 7 giugno, il Presidente del Museo Storico, Gen. C.A. (aus.) Flavio Zanini, coadiuvato dal Magg. Gerardo Severino, Direttore dello stesso, ha tenuto una conferenza presso la sede dell'Accademia del Corpo di Roma - Castelporziano. Fine della conferenza è stato quello di illustrare agli ufficiali allievi l’importanza del prestigioso luogo di raccolta di oggetti relativi alla storia del Corpo, che proprio quest’anno celebra l’80° anno dalla fondazione. L’intervento è stato rivolto ai frequentatori dei Corsi di Applicazione e Speciali presso l’auditorium dell’Accademia, alla presenza del Comandante dell’Accademia, Gen. B. Virgilio Pomponi. Il Gen. C.A. (aus.) Flavio Zanini e il Magg. Severino hanno sinteticamente descritto la storia del Museo dalla nascita fino ad oggi, sottolineando il significato che lo stesso assume, al di là della collezione di oggetti storici e foto, in ordine alla “memoria” del contributo attivo dei finanzieri nel corso degli anni. All’interno del Museo operano peraltro due importantissime istituzioni: il Nucleo di Ricerca Storica, che ha il compito di ricostruire le azioni meritorie delle quali si sono rese protagoniste migliaia di Fiamme Gialle nel corso della Guerra di Liberazione, e il Comitato di Studi Storici, composto da storici e studiosi di storia militare, sia appartenenti al Corpo sia al mondo universitario e scientifico, con funzioni consultive e propositive in materia di progettualità nell’ambito delle attività culturali perseguite dall'Ente Morale.

Galleria Fotografica

Lo scorso 29 giugno il Magg. Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici del Museo Storico del Corpo, ha partecipato come relatore alla conferenza sulle origini e le finalità dell’Ente Morale presso il Centro Addestramento di Specializzazione di Orvieto. In tale occasione è stata illustrata agli allievi baschi verdi del 38° Corso A.T.P.I. la prestigiosa attività che ormai da 80 svolge il Museo, nerbo fondamentale per la conservazione della storia del Corpo e dell’attività di migliaia di Fiamme Gialle distintesi in 243 anni vissuti al servizio del Paese.

Giovedì 6 luglio, presso l’aula magna della Scuola Ispettori e Sovrintendenti dell’Aquila, il Presidente del Museo Storico del Corpo, Gen. C.A. (aus) Flavio Zanini, il Magg. Giuseppe Furno e il Mar. Anna Carmina Barone hanno tenuto l’ormai consueta conferenza sulle origini e finalità dell’Ente Morale dedicata agli istituti di istruzione del Corpo. Lo scopo di tale iniziativa, dedicata per l’occasione ai Marescialli dell’86° Corso “Berane II”, è diffondere la conoscenza del ricco patrimonio culturale di cui il Museo è detentore e la preziosa attività che l’Ente Morale svolge da ormai 80 anni.

Galleria fotografica

Martedì 11 luglio si è svolta la conferenza sul Museo Storico del Corpo a cui hanno preso parte, quali relatori, il Magg. Giuseppe Furno e il Mar. Anna Carmina Barone e indirizzata agli Allievi Vicebrigadieri del 20° Corso “M.A.V.M. Finanziere Aldo Agoletti II” e agli Allievi Finanzieri del 16° Corso “M.O.V.G.F. Finanziere Attilio Martinetto”. L’occasione è servita per ribadire l’enorme rilevanza che il Museo Storico del Corpo, inaugurato il 5 luglio 1937, riveste nel tramandare la gloriosa storia della Guardia di Finanza e nella conservazione del ricco patrimonio di cimeli e documenti di cui il Corpo dispone.

Galleria fotografica

"Lo scorso 20 luglio a Gaeta, in concomitanza con la cerimonia di chiusura delle "Esercitazioni Tecnico-Nautiche", il Comandante Generale del Corpo, Gen. C.A. Giorgio Toschi, ha visitato il Museo della Scuola Nautica e del Servizio Navale del Corpo, accompagnato da due illustri ospiti, il Dott. Maurizio Block, Presidente della Corte Militare d'Appello e l'Ammiraglio di Squadra Donato Marzano, Comandante in Capo della Squadra Navale della Marina Militare e Comandante della Forza Marittima Europea (COMEUROMARFOR). Accolti dal Presidente del Museo Storico,Gen. C.A. (aus) Flavio Zanini, le anzidette autorità hanno potuto ammirare il Museo, accompagnati nel percorso dal Direttore dell'Ente, Maggiore Gerardo Severino. La visita si è conclusa con la firma del registro d'onore da parte del Dottor Block e dell'Ammiraglio Marzano"

 

Galleria fotografica

Mercoledì 26 luglio il Magg. Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici operante all'interno del Museo Storico della Guardia di Finanza, ha illustrato agli allievi finanzieri del 16° Corso "M.O.V.G.F. Fin. Attilio Martinetto" in addestramento presso la Scuola Alpina di Predazzo (TN) le origini e le finalità dell'Ente Morale. L'evento è inserito nel ciclo di conferenze dedicate agli allievi in forza presso gli istituti di istruzione e finalizzate a far conoscere il Museo Storico quale custode della storia e delle tradizioni del Corpo.

Il Museo Storico del Corpo ha partecipato, in collaborazione con il Comando Regionale Sicilia, all’allestimento della mostra fotografica, artistica, documentale e di cimeli storici sulle missioni militari di pace italiane all’estero intitolata “Pace e sicurezza. Uomini, mezzi e valori dal secondo dopoguerra ad oggi”. All’evento, promosso dall’Associazione culturale Suggestioni Mediterranee, hanno partecipato le diverse Forze Armate e di Polizia.

Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti il Comandante Regionale Sicilia, Gen. D. Ignazio Gibilaro, autorità civili e militari e una rappresentanza del Museo Storico. L’area espositiva ha ripercorso la storia delle missioni internazionali alle quali ha partecipato la Guardia di Finanza dalla fine dell’Ottocento ad oggi.

Galleria Fotografica

Presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Facoltà di Economia, Corso di Laurea in Economia e Legislazione d’Impresa, Anno Accademico 2016/2017, la dottoranda Elisa Condini di Trento, ha discusso la Tesi di Laurea dal titolo “L’evoluzione della Guardia di Finanza in Italia, tra fiscalità e criminalità economica”.

Per preparare la sua Tesi, dedicata al nonno “Domenicantonio Pettinella, orgoglioso finanziere”, la Dott.ssa Elisa Codini ha svolto ricerche bibliografiche presso la Biblioteca del Museo della Scuola Alpina di Predazzo (TN), sezione distaccata del Museo Storico nazionale della Guardia di Finanza, sito in Roma, in piazza Mariano Armellini, 20.

Lo scorso 16 settembre una rappresentanza del 38° Corso AA.FF. “Foscagno” (gennaio-novembre 1966) ha visitato il Museo Storico del Corpo. Il raduno ha consentito agli ex allievi di rivedere anche la Piazza d’Armi della Caserma “Piave”, sede di svolgimento del corso.

Mercoledì 27 settembre, presso la Scuola Nautica di Gaeta, il Mar. Anna Carmina Barone, in servizio presso il Museo Storico della Guardia di Finanza, ha tenuto la conferenza sulle origini e le finalità dell'ente morale, nell'ambito della serie di conferenze rivolte agli allievi degli istituti di istruzione del Corpo. Hanno partecipato all’evento i Finanzieri Allievi del contingente di mare frequentatori del 16° Corso “M.O.V.G.F. Attilio Martinetto” e i frequentatori del 12° Corso “Manutentore Sistemi di Telecomunicazione”, ai quali è stata illustrata la pregevole attività di conservazione e valorizzazione della storia e delle tradizioni del Corpo compiuta dall’Ente Morale nei suoi 80 anni di vita.

Fotografie

Il giorno 28 settembre u.s., presso l'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria - Corso Triennale di Primo livello in "Arti Visive e Discipline dello Spettacolo" - Scuola di Scenografia, Anno Accademico 2016/2017, la dottoranda Alessia Giustra, ha discusso la Tesi di Laurea dal titolo "Le uniformi della Guardia di Finanza: dalle origini ai giorni nostri".

Per preparare la sua Tesi, dedicata al padre, Giustra Demetrio, appuntato scelto del Corpo,  e "A chi continua a credere....nonostante tutto", la Dott.ssa Alessia Giustra ha svolto ricerche bibliografiche e iconografiche sia presso il Museo Storico nazionale della Guardia di Finanza, sito in Roma, in piazza Mariano Armellini, 20, che presso il Museo Storico del Servizio Aereo della Guardia di Finanza di Pratica di Mare, Pomezia (RM), sezione distaccata del predetto ente morale. 

Il 6 ottobre scorso si è svolta a Pratica di Mare la cerimonia per i 50 anni della Sezione Aerea della Guardia di Finanza, costituita nel lontano 1967.

Alla breve ma intensa cerimonia è intervenuto il Gen. C.A. Edoardo Valente ed il Gen. D. Bruno Buratti. Il Gen. Valente è stato ricevuto dal T.Col. pil. Massimo Sambataro, Com.te della Sezione aerea di Pratica di Mare, ed accompagnato all'interno dell'hangar.

Al termine della cerimonia il gruppo delle Autorità si è spostato presso il Museo Storico del Servizio Aereo, dove ha effettuato la visita guidata, soffermandosi con interesse attorno agli elicotteri esposti e alla grande quantità di cimeli, equipaggiamenti da volo e documenti custoditi.

Alla fine del percorso museale, il Gen. C.A. Valente ha espresso grande entusiasmo e gratitudine al personale del Museo per la precisione del dettaglio e la cura del restauro con cui gli aeromobili conservati sono stati riportati all'antico splendore.

Grande interesse è stato dimostrato anche verso il nuovo velivolo d'epoca giunto al Museo, il C-45 Beechcraft, la cui storia ha destato anche ammirazione e curiosità. Il C-45, che necessita di diverse fasi di restauro prima di poter essere esposto, ha segnato per il Corpo la vera e propria nascita del Servizio Aereo, essendo stato utilizzato nel dopoguerra, con equipaggi misti, per l’osservazione aerea delle frontiere marittime per fini anticontrabbando. Per molti anni alcuni ufficiali della Guardia di Finanza vi hanno preso posto come “osservatori” (i primi a svolgere questo ruolo pioneristico furono il Capitano Giuliano Oliva ed i Tenenti Fulvio Toschi e Aldo Vitali).

 

Galleria Fotografica

Chiuderà il prossimo 15 ottobre l’interessante mostra allestita dal Museo Storico della Guardia di Finanza presso la Fortezza di Mont’Alfonso nel Comune di Castelnuovo di Garfagnana (LU). L’evento, celebrativo dei cento anni dallo svolgersi del primo conflitto mondiale, ha riscosso un enorme successo in termini di apprezzamento da parte delle migliaia di visitatori che dallo scorso 22 luglio, giorno dell’inaugurazione, hanno potuto osservare i pregevoli cimeli e i rari documenti storici esposti. L’evento ha suscitato anche l’interesse della stampa nazionale e locale: da ultimo, il quotidiano Avvenire ha pubblicato, lo scorso 8 ottobre, un articolo di Nazareno Giusti che ricorda l’impegno del Corpo durante la Grande Guerra, già a partire dalla notte tra il 23 e il 24 maggio 1915, quando furono proprio i due militari in Fiamme Gialle Pietro Dall’Acqua e Costantino Carta a esplodere i primi colpi di fucile che sancirono l’ingresso in guerra del Paese.

Galleria  Fotografica

Rassegna Stampa

Giovedì 5 ottobre 2017 presso il Museo di “Piana delle Orme” è stato inaugurato il “Polo Aeronavale”, un nuovo settore espositivo che ospita aerei storici dell’Aeronautica Militare e mezzi aerei e navali storici della Guardia di Finanza.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato numerose autorità civili, religiose e militari. Tra questi il Gen.D. Bruno Buratti, Comandante Regionale Lazio e membro del Consiglio di Amministrazione del Museo Storico ed il Magg. Gerardo Severino, Direttore del predetto Ente Morale.

Il Museo Storico del Corpo ha contribuito in maniera sostanziale a tale progetto fornendo fotografie, notizie storiche e consulenze tecniche.

Il periodico mensile dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia “Fiamme Gialle” ha dedicato l’ultimo numero, relativo ai mesi di agosto e settembre, al Museo Storico del Corpo. L’A.N.F.I. ha voluto ricordare, quindi, gli 80 anni di vita dell’Ente Morale, inaugurato il 5 luglio 1937, e le sue numerose e meritevoli attività “al servizio della storia delle Fiamme Gialle”.

Lo scorso 14 e 15 ottobre si è tenuto a Venezia il 2° Raduno ed Esposizione di auto storiche intitolato “Historic Car Venice” e organizzato dall’Automobile Club Italia di Venezia. Il Comando Provinciale di Venezia, in collaborazione con il Museo Storico, rappresentato per l’occasione dall’App. Sc. Riccardo Fallone, ha curato l’esposizione di un’area dedicata alle vetture di servizio della Guardia di Finanza. Sono state esposte, quindi, una Fiat Balilla, una Fiat 600 e una Fiat 1100, che fanno parte della raccolta di veicoli storici dello stesso Museo.

Galleria fotografica

Presso la Fiera di Padova, dal 26 al 29 ottobre, si è svolta la manifestazione “Auto e Moto d’epoca”, in occasione della quale sono stati esposti anche veicoli utilizzati per attività di servizio dalla Guardia di Finanza e ora in dotazione al Museo Storico. In particolare, i numerosi visitatori e appassionati accorsi all'evento hanno potuto ammirare una Fiat Balilla, una Fiat 600, una Moto Guzzi V75 e una Gilera 300, custodite dall'Ente Morale del Corpo.

Galleria fotografica


Il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, ha tenuto la relazione dal titolo “La vigilanza lungo la frontiera pontificia e la campagna dell’agro romano del 1867. Il ruolo della Guardia Doganale”. La conferenza si è svolta all’interno della più ampia manifestazione di rievocazione e di studio “La Campagna dell’Agro romano del 1867” - di cui ricorre quest’anno il 150° anniversario - in programma tra Terni e Rieti nei mesi di ottobre e novembre, durante la quale sono state allestite mostre e si sono svolte conferenze, convegni e presentazioni di volumi.

Locandina dell'evento

Galleria fotografica

In occasione della ricorrenza del prossimo 4 novembre, anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, scelto per celebrare la Giornata dell’Unità Nazionale e la Festa delle Forze Armate, nel Comune di Sarre è prevista la deposizione della corona di alloro al monumento dei caduti e la proiezione di un documentario sul Ten. Col. Octave Bérard. Presso la Sala Consiliare del Municipio, inoltre, dal 3 al 5 novembre verranno esposti cimeli provenienti dalla sede distaccata del Museo Storico del Corpo ubicata presso la Scuola Alpina di Predazzo.

In occasione delle celebrazioni del 4 novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, presso il Comune di Sacrofano (RM) saranno esposte alcune auto d’epoca custodite dal Museo Storico del Corpo. In particolare, nella Piazza Ugo Serata, dopo la deposizione delle corone al monumento dei caduti di tutte le guerre e ai caduti di Nassirya, rimarranno esposte fino alle ore 17.00 una Fiat Balilla, una Fiat 1100 e una Fiat 600.

I partecipanti al raduno degli ex Allievi Finanzieri del 42° Corso “Tofane" della Scuola Alpina di Predazzo, arruolati nel 1972, hanno visitato, assieme ai propri famigliari, il Museo Storico della Guardia di Finanza.  Prima dell'inizio della visita, i partecipanti hanno deposto una corona d'alloro presso il Sacrario del Corpo sito nella  Caserma "Sante Laria".

Martedì 21 novembre è stato annullato il francobollo commemorativo realizzato per gli 80 anni del Museo Storico. L’Ente Morale presieduto dal Gen. C.A. (ris) Falvio Zanini e diretto dal Magg. Gerardo Severino è stato inaugurato presso il Comando Generale del Corpo il 5 luglio 1937 ed è attualmente ubicato nella Caserma “Sante Laria”, in Piazza Mariano Armellini n. 20. La cerimonia dell’annullo filatelico è stata impreziosita dalla partecipazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Paolo Gentiloni; del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Prof. Pier Carlo Padoan e del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giorgio Toschi.

Galleria fotografica

Martedì 5 dicembre, una delegazione della Guardia Civile Spagnola, guidata dal Maggiore Javier Cerrato Serrano, si è recata in visita al Museo Storico del Corpo, accolta dal Direttore dell'Ente Morale, Magg. Gerardo Severino, e dal Mar. Anna Carmina Barone.

Il Sig. Vito Impagliazzo, Vice Presidente Nazionale dell’Unione Nazionale Sottufficiali Italiani (U.N.S.I.), in occasione della V Giornata Nazionale in ricordo dei Sottufficiali italiani caduti in servizio, ha reso onore ai caduti della Guardia di Finanza deponendo un fascio floreale presso il Sacrario del Corpo. Dopo la recita della Preghiera del Finanziere, il Vice Presidente Impagliazzo ha visitato il Museo Storico.

Galleria fotografica.

Una delegazione della Sezione U.N.S.I. (Unione Nazionale Sottufficiali d'Italia) di Gemona del Friuli (UD), giunta a Roma in occasione della V Giornata Nazionale in ricordo dei Sottufficiali italiani caduti in servizio, ha visitato, assieme ai propri famigliari, il Museo Storico della Guardia di Finanza.

Martedì 9 e giovedì 11 gennaio il Magg. Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici del Museo Storico, il Mar. Anna Carmina Barone e il V.B. Giancarlo Pavat, in forza presso il Centro Studi Storici e Beni Museali del Quartier Generale e collaboratori del Museo, hanno illustrato a tutti gli allievi attualmente in formazione presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti del Corpo le origini e le finalità del prestigioso Ente Morale, custode delle tradizioni, dei valori e della storia della Guardia di Finanza. È stata l’occasione per mostrare ai giovani allievi le numerose attività di cui il Museo Storico è promotore, ma anche per far conoscere agli stessi episodi celebri della storia delle Fiamme Gialle e contribuire ad istillare lo spirito di dedizione e di attaccamento al Corpo. Le lezioni didattiche sono state dedicate agli allievi dell’89° Corso “Zanzur II”, arruolatisi lo scorso novembre; agli allievi dell’88° Corso “Dobrej II”, frequentatori del secondo anno, e ai neo marescialli dell’87° Corso “Cadore II”.

Nella mattinata odierna il Museo Storico del Corpo ha ospitato la visita di una delegazione di RAI Storia e Cultura. Accompagnati dal Colonnello Gaetano Cutarelli, Capo Ufficio Stampa, e da altri Ufficiali del V Reparto del Comando Generale, il Dr. Giuseppe Giannotti, Direttore della prestigiosa testata giornalistica della Rai, unitamente al Dott. Caputo e alla Dott.ssa Sgueglia della Marra, sono stati accolti dal Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo, il quale ha illustrato loro il percorso espositivo, ricordando i momenti salienti della storia della Guardia di Finanza.

Il prossimo 25 gennaio, in vista del Giorno della Memoria, che si celebra ogni anno il 27 gennaio per ricordare l’Olocausto, andrà in onda su Rai Tre, alle ore 13.10, lo speciale dal titolo “Ebrei in fuga dal nazismo”. La replica dello stesso speciale verrà trasmessa su Rai Storia alle ore 20.30 dello stesso giorno. Tra gli argomenti del documentario, una pagina verrà dedicata al Finanziere Salvatore Corrias, Medaglia d’Oro al Merito Civile “alla memoria” e decorato con medaglia di Giusto tra le nazioni dallo Stato di Israele.

Mercoledì 31 gennaio, presso il Teatro Alfieri del Comune di Castelnuovo di Garfagnana (LU), è stato presentato il volume “Fiamme Gialle in Garfagnana” del Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico del Corpo. Il lavoro di ricerca storica è stato illustrato dall’autore alla presenza del Comandante Regionale Toscana, Gen. B. Michele Carbone, del sindaco di Castelnuovo, Andrea Tagliasacchi, dell'Assessore Pierluigi Raggi, del Direttore dell'Unione Comuni della Garfagnana, Francesco Pinagli, e di circa 180 studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti Scolastici Superiori della Garfagnana. L’evento, svoltosi nel corso di una giornata intitolata “La Guardia di Finanza in Garfagnana, presidio di legalità tra passato e attualità”, ha costituito anche un momento di riflessione sul ruolo e sulle attività del Corpo in questa suggestiva terra del Paese.

Galleria fotografica

Martedì 6 febbraio, presso la sala Agnelli della Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara, si è tenuta la conferenza dal titolo “La Guardia di Finanza 1943-1945 – L’aiuto ai profughi e ai perseguitati sul confine orientale”. Hanno partecipato all’evento il Gen. D. Giuseppe Gerli, Comandante Regionale Emilia Romagna della Guardia di Finanza; il Col. Sergio Giovanni Lancerin, Comandante Provinciale di Ferrara; il Magg. Gerardo Severino, Comandante del Centro Studi Storici e Beni Museali e Direttore del Museo Storico del Corpo; la Prof.ssa Anna Maria Quarzi, Presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara. L’appuntamento, inserito nel corso delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, che cade ogni anno il 27 gennaio per ricordare i tristi episodi dell’olocausto, è stato organizzato dal “Comitato provinciale 27 gennaio”, presieduto dal Prefetto di Ferrara, in collaborazione con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ferrara, con l’Istituto di Storia Contemporanea cittadino e con il Museo Storico del Corpo. Ai numerosi studenti delle scuole superiori presenti alla conferenza sono state illustrate le vicende dei militari delle Fiamme Gialle che, durante la seconda guerra mondiale, offrirono aiuto a profughi ebrei, perseguitati politici e militari.

Mercoledì 7 febbraio, presso il Salone degli Stemmi della Prefettura di Ravenna, è stato presentato il volume “Le Fiamme Gialle della Caserma «Generale Tullo Masi» – Storia della Guardia di Finanza a Ravenna, dalle origini pontificie ai nostri giorni”, realizzato dai Maggiori Giuseppe Furno e Gerardo Severino e dall’architetto Gabriele Gardini. Dopo i saluti del Prefetto di Ravenna, Dott. Francesco Russo, del Comandante Regionale Emilia Romagna della Guardia di Finanza, Gen. D. Giuseppe Gerli, del sindaco della città, Michele de Pascale, e del Gen. B. Marcello Ravaioli, rappresentante del Comitato di Studi Storici del Corpo, è seguito l’intervento del Direttore della Biblioteca “Alfredo Oriani” di Ravenna, che ha ripercorso con gli autori le tappe fondamentali dell’opera. Il libro è dedicato alla storia della Caserma “Generale Tullo Masi”, intitolata al secondo Comandante Generale delle Fiamme Gialle, nativo di Lugo di Romagna, e uno dei padri fondatori dell’odierna Guardia di Finanza. Le pagine del volume, inoltre, analizzano la plurisecolare presenza del Corpo in terra ravennate, dai primi Finanzieri pontifici sino ai nostri giorni, attraverso avvenimenti storici, eventi operativi e biografie di Finanzieri che, operando con senso del dovere e dedizione a tutela della collettività, hanno scritto pagine di altissimo valore ed eroismo, anche fino all’estremo sacrificio. La ricostruzione storica è, infine, impreziosita da una pregevole iconografia e dall’analisi degli aspetti artistici e architettonici che hanno riguardato l’evoluzione della Caserma “Generale Tullo Masi” e la Darsena di Ravenna.

Galleria fotografica

Il giorno 13 febbraio 2018, presso l'hangar dell'Air Squadron dell'aeroporto militare di Luqa a Malta, si è svolta la cerimonia bilaterale tra i due paesi, per la retrocessione alla Guardia di Finanza, dell'elicottero Volpe 49, ceduto ai maltesi nel 1992 a seguito di trattati internazionali di assistenza. Nel 2013 è iniziata una trattativa tra le parti, volta alla restituzione di quello che rappresenta il primo elicottero NH500 ad essere entrato in servizio con il Servizio Aereo nel 1973. Dopo una lunga trattativa, grazie all'interessamento di tutte le articolazioni del Corpo e supportati dal Comando della Missione Italiana di Cooperazione nel Campo della Difesa a Malta, si è giunti alla felice conclusione dell'accordo che ha permesso di rientrare in possesso di tale prezioso cimelio. L'elicottero, preso ufficialmente in carico dal Museo Storico, dopo un breve restauro ed una fedele riconfigurazione, sarà presto esposto presso la sede distaccata di Pratica di Mare, con le originali insegne maltesi. Tale acquisizione apporterà un positivo ritorno di immagine per l'ente Museale, per il Corpo e per l'industria aeronautica nazionale, come rappresentante del primissimo elicottero di questo tipo costruito in Italia.

Galleria fotografica

Mercoledì 28 febbraio, alla presenza del Comandante Generale e del Presidente del Museo Storico, è stata inaugurata una mostra di cimeli, fotografie e documenti relativi alla prima Guerra Mondiale nella sede distaccata del Museo Storico ubicata presso la Scuola Alpina di Predazzo. L’evento si pone a conclusione di un lungo e significativo periodo (2014/2018), durante il quale il Museo Storico della Guardia di Finanza - Sezione Scuola Alpina ha contribuito all’organizzazione di numerosi eventi espositivi, tenutisi sia in ambito locale che sul territorio nazionale, per ricordare il centesimo anniversario dall’inizio della Grande Guerra. La maggior parte dei cimeli esposti provengono dalla raccolta presente nei magazzini e nell’archivio del Museo, altri cimeli invece sono stati prestati da alcuni collezionisti e ricercatori locali, i quali con generosità hanno confermato il grande interesse verso il glorioso passato della Scuola e verso l’attività di ricerca che il Museo Storico ha messo in atto per la salvaguardia della storia dell’istituto di formazione militare alpestre più antico al mondo e per la storia locale. La mostra completa anche il percorso espositivo già inserito nel primo settore del Museo che, con il titolo “I Finanzieri, la Montagna e la Grande Guerra”, attraverso interessanti e rari cimeli, ci ricorda la partecipazione della Guardia di Finanza al primo conflitto mondiale. La logica di questa nuova esposizione si ispira alla ricostruzione di una trincea, il cui filo spinato è visibile lungo le pareti del locale accanto a particolari residuati di trincea. Essa non divide le parti in conflitto, ma, al contrario, unisce tutti i cimeli e i materiali esposti all’interno di un circolo immaginario che si eleva a monito per le attuali e future generazioni nel ricordare che tutto ciò che è stato ideato e utilizzato per il conflitto aveva lo scopo di arrecare dolore, morte e distruzione, aspetti questi che sono comuni, al termine di ogni guerra, sia ai vinti che ai vincitori. Ricordare questi tristi avvenimenti, attraverso oggetti e documenti ormai appartenenti all’archeologia della guerra, ai piedi dei più importanti rilievi Dolomitici, un tempo teatro di sanguinose battaglie, deve necessariamente indurre le nostre coscienze a costruire un futuro ove non si prospetti mai più la guerra come atto finale per risolvere eventuali attriti tra i popoli che appartengono a nazioni, etnie e religioni diverse.

Galleria fotografica

Mercoledì 7 marzo il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana (FMI) Giovanni Copioli ha consegnato al Presidente del Museo Storico, Gen. C.A. (ris) Flavio Zanini, i Certificati di Rilevanza Storica e Collezionistica ad alcuni motoveicoli custoditi dallo stesso Ente Morale del Corpo. La cerimonia si è svolta anche alla presenza del Vice Presidente FMI, Vittorio Angela; del Coordinatore Tecnico del Registro Storico FMI, Salvatore Pascucci; del Responsabile dell’Ufficio Stampa FMI, Francesco Dragonetti. Sono intervenuti, inoltre, il Capo del IV Reparto, Gen. B. Piero Iovino; il Capo Ufficio Motorizzazione, Col. Corrado Emilio Loero; l’esaminatore nazionale per il Registro Storico FMI, App. Giovanni Angelico, e i collaboratori del Museo Storico. Tra i mezzi iscritti al Registro Storico FMI figurano una Gilera B 300 Extra del 1960, una Gilera Giubileo 124 del 1961 e due moto Guzzi V 75 del 1991. L’importante riconoscimento testimonia l’assoluto valore dell’opera di raccolta e conservazione, svolta dal Museo Storico in coordinamento con il Comando Generale, di quelli che sono i mezzi che, al servizio del Paese, hanno segnato la storia della Guardia di Finanza. L’evento si è concluso con la visita degli ospiti intervenuti ai locali espositivi del Museo Storico.

Galleria fotografica

È stata inaugurata domenica 18 marzo alle ore 16.00, presso il Palazzo delle Esposizioni di Empoli (FI), la mostra dal titolo “La Grande Guerra e la Croce Rossa - l’Empolese Valdelsa”, evento organizzato in occasione del centenario della fine della prima guerra mondiale dalla Croce Rossa, con il Patrocinio della Regione Toscana, della Città Metropolitana di Firenze, dell’Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa e del Comune di Empoli.

Il Museo Storico del Corpo ha esposto i propri cimeli relativi alla partecipazione della Guardia di Finanza al primo conflitto mondiale, al quale partecipò con 18 Battaglioni Mobilitati, 4 Compagnie autonome e tutto il naviglio.

La mostra, ad ingresso gratuito, rimarrà aperta fino al prossimo 8 aprile e ha lo scopo di raccontare la Grande Guerra con fini didattici e onorare i caduti di tutto il circondario dell’Empolese Valdelsa.

Galleria fotografica

Lunedì 29 gennaio, per celebrare il Giorno della Memoria, che ricorre ogni anno il 27 gennaio, è stato deposto un omaggio floreale presso il cippo dei Giusti, posizionato nel piazzale Dobrej della Caserma Sante Laria per ricordare i cinque militari della Guardia di Finanza insigniti della medaglia di Giusti tra le Nazioni, conferita dallo Stato di Israele al Ten. Giorgio Cevoli, al Fin. Sc. Salvatore Corrias, al Fin. Giulio Massarelli, al Ten. Giuseppe Pollo e al Magg. Raffaello Tani, che si sono distinti per aver aiutato ebrei perseguitati dalle leggi raziali antisemite.

Galleria fotografica

Venerdì 23 e sabato 24 marzo, presso l’area espositiva Superstudio Più di Milano, si è svolto l’evento Milanofil – Salone internazionale del francobollo e del collezionismo d’autore, la tradizionale manifestazione filatelica organizzata da Poste Italiane, che per questa edizione 2018 ha chiamato a raccolta non solo gli appassionati di filatelia, ma anche tutti gli amanti del collezionismo d’autore: dalla numismatica al fumetto, dal vinile alle automobili d’epoca.

Il Museo Storico del Corpo ha esposto per l’occasione una Fiat Balilla, un’Alfa Romeo 1900 Super e una Gilera 300.

Per ogni forma di collezionismo esposta, inoltre, sono stati realizzati prodotti filatelici e per i veicoli storici degli eventi a tema hanno celebrato la storia delle auto.

Galleria fotografica

Nella giornata di domenica 25 marzo è stata inaugurata a Piove di Sacco (PD) la “Festa della Sicurezza”, manifestazione rivolta alla cittadinanza e diretta a promuovere la cultura della legalità.

Il Corpo ha partecipato all'evento con la realizzazione di uno stand espositivo, mentre il Museo Storico ha esposto una Balilla e una Gilera 124, facenti parte della raccolta di veicoli storici custoditi dallo stesso Ente Morale.

Il Presidente della Repubblica, con suo Decreto in data 14 marzo u.sc., ha conferito alla memoria della Signora Giuseppina Giovanna Panzica la Medaglia d’Oro al Merito Civile, con la seguente motivazione: “Dopo l’8 settembre 1943, avendo aderito al “Gruppo Frama”, collaborò con il finanziere Gavino Tolis nel salvataggio di numerosi profughi ebrei e perseguitati politici, aiutandoli a fuggire in Svizzera. Favorì, inoltre, il passaggio oltrefrontiera di notizie, corrispondenza e ordini riservati, destinati alle brigate partigiane operanti nel comasco. Nell’aprile del 1944 venne arrestata e successivamente deportata presso il campo di concentramento di Ravensbruck in Germania, dove rimase fino alla liberazione, sopportando terribili sofferenze e torture. Splendido esempio di straordinario coraggio e di incrollabile fede nel valore della libertà. 1943/1945 - Frontiera italo - svizzera Ponte – Chiasso”. La coraggiosa eroina siciliana (era nata a Caltanissetta il 1° agosto 1905), madre di quattro figli e moglie del Finanziere in congedo Salvatore Luca, coadiuvò coraggiosamente il nostro Finanziere Gavino Tolis, soprattutto nel favorire, attraverso il giardino della propria casa, sita proprio a ridosso della frontiera con la Svizzera, la fuga di tanti ebrei e perseguitati dal nazifascismo, condividendo, per questo, con l’eroica Fiamma Gialla il dramma della deportazione nei lager nazisti. La ricompensa giunge in seguito alla proposta avanzata dal Museo Storico, con articolata relazione a firma del Magg. Gerardo Severino.

Articolo del Magg. Severino

Nella mattinata di venerdì 6 aprile, il Museo Storico della Guardia di Finanza ha ricevuto la visita del Commissario Generale dell’Agenzia Nazionale della Polizia Coreana, Lee Chul-sung, accompagnato da una nutrita delegazione della Repubblica della Corea del Sud, formata dal Direttore Generale Affari Esteri Kim Jae-won; il portavoce Kim Jin-pyo; il Direttore Amministrativo della Polizia Coreana Kim Sook-jin; il Direttore per la Cooperazione Internazionale Jeon Yong-chan; l’Ufficiale di collegamento presso l’Ambasciata coreana a Roma Kim Yong-gap; il Capo Sezione Cooperazione Internazionale Park Seung-hoon; Shin Dong-jae della Divisione Amministrazione di Polizia, Yoon Ji-won e Jung Yae-jin della Divisione Cooperazione Internazionale e il Segretario del Commissario Generale Kwon Si-young. Il Direttore del Museo, Magg. Gerardo Severino, ha accolto l’illustre ospite e la delegazione, accompagnandoli nella visita alle Sale espositive e illustrando la pluricentenaria storia della Guardia di Finanza. Al termine della visita, il Commissario Generale dell’Agenzia Nazionale della Polizia Coreana, Lee Chul-sung, ha firmato il Registro d’Onore del Museo Storico, sottolineando che “è stata una visita interessante che ha permesso di conoscere l’onorevole Storia della Guardia di Finanza” e si è augurato che “il prestigio del Corpo rimanga immutato nel tempo”.

Galleria Fotografica

Nella mattinata del 6 aprile si è svolta presso il Salone d’Onore della caserma “Sante Laria” la “VII Giornata della Legalità” organizzata dal Rotary International, Commissione Interdistrettuale Legalità e Cultura dell’Etica. Nell’ambito dell’evento, al quale hanno partecipato numerose scolaresche provenienti da diverse regioni italiane, oltre 200 studenti hanno potuto visitare il Museo Storico del Corpo. Il M.A. Luigi Marinanza ed il V.Brig. Giancarlo Pavat hanno guidato i visitatori attraverso le varie sale espositive, illustrando la plurisecolare storia della Guardia di Finanza. Ospite della “VII Giornata della Legalità” è stato il dottor Roberto Giacobbo, noto volto televisivo di Rai2, autore e conduttore del programma di successo “Voyager”. Presso il Museo Storico il giornalista ha incontrato per un saluto il Direttore Magg. Gerardo Severino ed ha espresso grande apprezzamento per il Museo stesso ed il lavoro svolto dal personale ivi in servizio.

Il Comando Provinciale di Latina, nell’ambito delle attività di protezione sociale a favore del personale del Corpo, ha promosso nella mattinata di sabato 7 aprile una visita presso il Museo Storico della Guardia di Finanza, alla quale hanno partecipato circa 50 persone, tra personale in servizio e in congedo con i rispettivi familiari. I visitatori, accolti e guidati dal M.A. Luigi Marinanza e dal V.Brig. Giancarlo Pavat, hanno potuto visitare le diverse sale espositive avendo modo di scoprire ed apprezzare la pluricentenaria storia della Guardia di Finanza.

Accolte dal Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, due classi seconde della Scuola Primaria Istituto “S. Leone Magno” di Roma - per un totale di 56 persone tra alunni e accompagnatori - nella mattinata di martedì 10 aprile hanno visitato il Museo. Nonostante la tenera età, i piccoli visitatori hanno manifestato grande entusiasmo e vivo interesse per le tematiche storiche e di educazione alla legalità illustrate loro, nel corso della visita, dal M.A. Luigi Marinanza e dal V.Brig. Giancarlo Pavat.

Galleria fotografica

In data 13 aprile 2018, alle ore 15.30, presso la sede nazionale del "ANMIG" in Piazza Adriana n. 3 in Roma, al convegno dal titolo "Il Valor Militare dall'Unità alla crisi armistiziale - 1861-1943", organizzato dall'Istituto del Nastro Azzurro in collaborazione con il "CeSVaM", ha partecipato il Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, Maggiore Gerardo Severino. La relazione del Magg. Severino ha avuto come tema l'eroe risorgimentale, nonchè Generale del Regio Esercito, Michele De Rada, primo Presidente del "Comitato per il Corpo della Guardia di Finanza" dal 1891 al 1893.

Nella mattinata di giovedì 12 aprile, accompagnati dai propri professori, una ventina di studenti della classe III della Scuola Secondaria di Primo Grado “I.C. – via F Gentile, 40” di Roma, hanno visitato il Museo Storico del Corpo. Accolti dal Direttore Magg. Gerardo Severino, sono poi stati accompagnati dal M.A. Luigino Marinanza e dal V.Brig. Giancarlo Pavat nella visita alle diverse sale espositive. Avendo modo, quindi, non solo di apprendere i ruoli e compiti istituzionali della Guardia di Finanza, ma pure la pluricentenaria storia costellata da gloriose imprese sempre al servizio della Nazione.

Galleria Fotografica

Venerdì 20 aprile, alle ore 20.45, presso la Sala polivalente del Comune di Ornavasso (VCO), il Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, Maggiore Gerardo Severino, ha presentato il volume “La vita per l’Italia. Storia di Bachisio Mastinu di Bolotana, Finanziere e Agente Segreto al Servizio della Resistenza". L'evento, di elevato spessore culturale, è stato fortemente voluto dal sindaco, Avv. Filippo Cigala Fulgosi, e dall’Amministrazione Comunale di Ornavasso nell’ambito della mostra sulle fortificazioni del settore Toce-Verbano durante la prima guerra mondiale, intitolata “Una linea chiamata Cadorna” e allestita in occasione del 100° anniversario della conclusione della “Grande Guerra”, in collaborazione con il locale Museo partigiano “Divisione Patrioti Alfredo Di Dio” e altre associazioni comunali.

Galleria fotografica

Dal 27 al 29 aprile si è svolto ad Alghero (SS) il XX Raduno Nazionale dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (A.N.F.I.), l’ente morale che riunisce le Fiamme Gialle in congedo. Durante l’evento è stata aperta al pubblico una mostra storico-statica, allestita dal Museo Storico, incentrata sul tema della partecipazione del Corpo alla prima guerra mondiale ed, in particolare, sull’eroismo dei Finanzieri sardi durante l’immane conflitto.

Galleria fotografica

Servizio televisivo

Inaugurazione mostra

Venerdì 27 aprile, presso la Sala Conferenze Lo Quarter di Alghero, nel corso del XX Raduno Nazionale dell’A.N.F.I., è stato presentato il volume “Storia delle Fiamme Gialle della Sardegna. Due secoli di valore, di abnegazione e di incondizionato servizio a tutela dello Stato (1820-2018)”, scritto dal Col. Maurizio Pagnozzi, dal Magg. Gerardo Severino e dal M.O. Mauro Saltalamacchia.

All’evento hanno partecipato il Gen. C.A. Edoardo Valente, Comandante Interregionale dell'Italia Centrale; il Gen. B. Bruno Bartoloni, Comandante Regionale Sardegna; il Presidente Nazionale dell'A.N.F.I., Gen. C.A. Umberto Fava; il Sindaco di Alghero, Dott. Mario Bruno; l'editore, Dott. Carlo Delfino, e gli autori.

Galleria fotografica

Il 16, il 18 e il 19 aprile, presso le sedi dell’Accademia di Bergamo e di Castelporziano, il Magg. Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici del Museo, ha tenuto delle lezioni sulla storia del Corpo e, in particolare, sul ruolo della Guardia di Finanza nella Grande Guerra.

Gli incontri sono stati organizzati per celebrare il centesimo anniversario della conclusione del primo conflitto mondiale e sono stati indirizzati ai frequentatori del 117° Corso "Ala IV" e 16° Corso "Dragone"; del 116° Corso "Dobrej IV" e 15° Corso "Cigno"; del 115° Corso "Val di Ledro III" e 14° Corso "Unicorno"; del 114° Corso "Berane III" e 13° Corso "Scudo"; del 113° Corso "Montenegro III".

Galleria fotografica

Sabato 5 maggio, presso la Piazza Vittorio Veneto di Bergamo, in occasione della cerimonia di giuramento solenne alla Repubblica da parte degli Allievi Ufficiali del 117° Corso “Ala IV” e del 16° Corso "Dragone", la Bandiera dell'Accademia è stata decorata con la Medaglia d'Oro ai Benemeriti della Cultura e dell'Arte, conferita lo scorso 18 aprile dal Presidente della Repubblica, in riconoscimento degli elevati meriti conseguiti dall’Accademia, negli ultimi 80 anni di vita nazionale, nello scenario culturale italiano. L’importante ricompensa era stata proposta al Comando Generale del Corpo dal Presidente del Museo Storico, sulla base di una articolata relazione stilata dal Magg. Gerardo Severino, Direttore dell’Ente museale. La pregevole decorazione giunge per celebrare l’80° anniversario della concessione della Bandiera d’Istituto all’Accademia della Guardia di Finanza, nonché l’elevazione a tale rango della Scuola Allievi Ufficiali (Aprile 1938 – Aprile 2018). In tale ottica, quindi, l’evento è stato volutamente inserito nella cerimonia di giuramento di fedeltà degli Allievi Ufficiali, alla presenza del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Prof. Pier Carlo Padoan, del Comandante Generale, Gen. C.A. Giorgio Toschi, e di alte Autorità civili e militari.

Mercoledì 9 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico del Corpo, ha tenuto una lezione presso il Dipartimento Giuridico dell’Università degli Studi del Molise, dal titolo “Esodi e frontiere nella Shoah: il caso italiano”. La lezione ha rappresentato una preziosa occasione per far conoscere agli studenti del corso di Storia delle Relazioni Internazionali le attività del Museo, che proprio riguardo alla tematica degli aiuti agli ebrei offerti dalle Fiamme Gialle ha esperito accurate ricerche storiche e archivistiche, consentendo di scoprire molte gesta eroiche, che hanno meritato decorazioni individuali a favore di nostri militari, nonché decorazioni alla Bandiera di Guerra del Corpo.

Locandina

Venerdì 27 aprile, presso l'Auditorium della Legione Allievi di Bari, il Magg. Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici del Museo Storico del Corpo, ha svolto la conferenza dal titolo “La Guardia di Finanza nella Grande Guerra”, per ricordare, in occasione del centesimo anniversario della fine della Grande Guerra, l’enorme contributo offerto dal Corpo all’immane conflitto. Hanno partecipato alla conferenza gli Allievi Marescialli del 18° Corso “M.A.V.M. Fin. Renzo Atzei", gli Allievi Vicebrigadieri del 21° Corso “M.A.V.M. Fin. Leandro Volpini II”, riservato agli Appuntati e Finanzieri del Corpo, ed i rispettivi quadri Istruttori.

Galleria fotografica

Lo scorso 3 maggio, presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti, il Magg. Giuseppe Furno, quale membro del Comitato di Studi Storici del Museo, ha tenuto la lezione dedicata agli Istituti di istruzione del Corpo dal titolo "La Guardia di Finanza nella Grande Guerra".

La conferenza ha visto coinvolti gli allievi dell'89° Corso "Zanzur II", che attualmente frequentano il primo anno di corso per Allievi Marescialli.

Il Museo Storico ha allestito una mostra sulla Prima Guerra Mondiale presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti de L'Aquila. I locali espositivi sono stati aperti al pubblico giovedì 10 maggio, a partire dalle ore 17.00, in occasione dell'Open Day organizzato per far visitare la Scuola ai genitori e ai familiari dei giurandi Allievi Marescialli dell'89° Corso "Zanzur II", al primo anno di formazione presso la prestigiosa Caserma "M.O.V.M. M.M. Vincenzo Giudice".

La mostra è rimasta aperta anche durante la cerimonia di giuramento di fedeltà alla Repubblica, che si è tenuto nella mattinata di venerdì 11 maggio, e nei giorni successivi all'evento.

Galleria fotografica

Venerdì 11 maggio, in occasione del 31° Salone Internazionale del Libro di Torino, è stato presentato il volume “Grande Guerra, un racconto in cento immagini” pubblicato dalla Redazione di Informazioni della Difesa, rivista dello Stato Maggiore della Difesa.

L’opera, realizzata anche con il contributo scientifico del Museo Storico della Guardia di Finanza, ha la finalità di raccontare, in occasione delle celebrazioni della conclusione della Grande Guerra, il conflitto mondiale attraverso fotografie d’epoca e testi esplicativi in grado di illustrare, in modo agile e completo, i protagonisti, i luoghi, gli eventi e i reparti che hanno fatto la storia della Nazione un secolo fa.

All’evento, presenziato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, hanno partecipato anche il Comandante Regionale della Guardia di Finanza del Piemonte, Generale di Brigata Giuseppe Grassi, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Torino, Generale di Brigata Guido Mario Geremia, il Comandante del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Torino, Colonnello t. ST Stefano Lombardi ed il Maggiore Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici ed autore del saggio divulgativo per il Corpo.

Galleria fotografica

Venerdì mattina 22 alunni della classe 2^ B elementare dell'Istituto Comprensivo "Martin Luther King" di Roma, accompagnati da due insegnanti, hanno fatto visita al Museo Storico del Corpo. I giovanissimi studenti hanno manifestato vivo interesse e profonda curiosità per la storia del Corpo e per gli innumerevoli  servizi d'istituto svolti ogni giorno dalla Guardia di Finanza ed hanno omaggiato il Museo con molti disegni realizzati in classe appositamente per l'occasione.

Galleria Fotografica

Giovedì 24 maggio, a partire dalle ore 10.00, presso la Sala Conferenze ANRP sita in Via Labicana n. 15, si svolgerà il convegno dal titolo “Il rovescio delle medaglie. I militari ebrei italiani 1848-1948”. Tra i relatori dell’evento figura il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico del Corpo, che interverrà sul ruolo che i cittadini di religione ebraica hanno avuto nella storia della Guardia di Finanza: dall’arruolamento di militari ebrei nel Corpo dei Preposti Doganali alla partecipazione alla “Grande Guerra”, fino all’espulsione dalle fila del Corpo in seguito all’approvazione delle leggi razziali del 1938.

Venerdì 25 maggio il Museo Storico, nell’ottica della promozione e valorizzazione del patrimonio e dei beni culturali, ha firmato un protocollo d’intesa con la Scuola Nautica della Guardia di Finanza e con il Comune di Gaeta. Il protocollo intende valorizzare, in particolare, il Museo Storico della Scuola Nautica e del Servizio Navale, sede distaccata dell’Ente Morale, inaugurato nel settembre 2016 presso il Castello aragonese di Gaeta, denominato anche “Caserma Mazzini”, che rappresenta una delle tre caserme cittadine in cui è dislocata, già dal 1948, la Scuola Nautica del Corpo. Il Presidente del Museo Storico, Gen. C.A. (ris) Flavio Zanini, il Comandante della Scuola Nautica, Col. Costanzo Ciaprini, e il Sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, hanno dunque siglato un accordo in base al quale è possibile organizzare visite guidate, eventi culturali, tirocini didattici e altre iniziative presso le aree museali, in modo da accrescere il pubblico di fruitori e visitatori del ricco patrimonio culturale cittadino. La locale sezione dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (A.N.F.I.), inoltre, collaborerà in modo prezioso all’apertura – oltre che dal lunedì al venerdì, anche nei fine settimana e nei giorni festivi e prefestivi – dei monumenti e dei luoghi di interesse storico del Museo della Scuola Nautica e del Servizio Navale, che si inseriranno a pieno titolo nei percorsi turistici della città di Gaeta. Obiettivo dell’intesa siglata è, inoltre, quello di promuovere e diffondere la cultura storico-militare relativa all’attività dei Finanzieri nei mari nazionali e nelle acque internazionali.

Galleria fotografica

Lunedì 28 maggio il Magg. Giuseppe Furno, collaboratore del Museo Storico, ha tenuto una lezione sulla storia del Corpo durante la prima guerra mondiale agli allievi dell'88° Corso "Dobrej II", frequentatori del secondo anno di addestramento e studi presso la Scuola Ispettori. Giovedì 31, presso l'Auditorium dello stesso istituto, l'intervento è stato indirizzato ai Marescialli dell'87° Corso "Cadore II".

Inaugurata alle ore 11.00, negli spazi del Terminal 3 dell’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, la mostra “La Guardia di Finanza a cento anni dalla fine della Grande Guerra,1918 – 2018. Una lunga storia al servizio del Paese”.

La mostra, suddivisa in tre aree tematiche, ripercorrere cronologicamente l’evoluzione della Guardia di Finanza dal Primo Conflitto Mondiale fino ai giorni nostri.

Tra i cimeli di rarità assoluta, esposti dal Museo Storico del Corpo, il fucile in dotazione al finanziere che sparò il primo colpo contro gli austriaci della I Guerra Mondiale.

Galleria Fotografica

L’evento è realizzato con il contributo della Fondazione Cultura e Arte.

La tradizionale Festa del Corpo si è svolta, quest'anno, nella mattinata del 20 giugno presso il Centro Logistico Sportivo della Guardia di Finanza a Villa Spada (Roma). Nel corso della cerimonia la Bandiera di Guerra del Corpo è stata decorata con la Medaglia d'Oro al Merito Civile per il contributo offerto dai finanzieri durante la Grande Guerra, nell'ambito del cosiddetto "fronte interno".

L’alta onorificenza è frutto di una proposta inoltrata al Comando Generale del Corpo da parte del Presidente del Museo Storico, Gen.C.A. (ris) Flavio Zanini, sulla base di un'articolata relazione redatta dal Magg. Gerardo Severino e dal Magg. Giuseppe Furno, rispettivamente Direttore e membro del Comitato di Studi Storici del predetto Ente Morale.

L’importante decorazione, concessa dal Presidente della Repubblica con decreto in data 4 maggio 2018, riporta la seguente motivazione:

«Durante la Grande Guerra i Finanzieri, rinnovando le fulgide tradizioni umanitarie del corpo, diedero prova di elevato spirito di abnegazione e di alto senso del dovere, contrastando le varie forme di illecito fiscale a tutela dell’economia nazionale, soccorrendo i bisognosi, nonché garantendo la salvaguardia della sicurezza della navigazione e il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica. Nonostante lo stato di guerra in cui versava il Paese, le Fiamme Gialle si prodigarono con indomito coraggio nel contrastare le organizzazioni malavitose e nel tutelare la proprietà privata, contribuendo così alla salvaguardia dei principi di legalità e giustizia. Nell'assicurare tali compiti il Corpo pagava, col sacrificio di giovani Fiamme Gialle, un alto contributo di sangue, meritando così la riconoscenza della Nazione intera.

24 maggio 1915/4 novembre 1918 – Territorio nazionale ed estero»

Nel giorno della Festa del Corpo e della ricorrenza dei cento anni dalla battaglia del solstizio (21 giugno - 5 luglio 1918) è stata allestita, presso il Circolo Unificato della Caserma "Cinque Giornate" sede del Comando Regionale Lombardia di Milano, una mostra che ricorda la partecipazione delle Fiamme Gialle alla Grande Guerra.

L'esposizione dei numerosi e pregevoli cimeli, provenienti dal Museo Storico della Guardia di Finanza di Roma, è stata curata, in collaborazione col predetto Comando, dal M.O. Anna Carmina Barone e dal Finanziere Walter Massaro mentre l'illustrazione, alle numerose ed illustri Autorità civili e militari intervenute, è stata curata dal Maggiore Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici del predetto Ente Morale.

L’evento è realizzato con il contributo della Fondazione "Banca del Monte di Lombardia".

Galleria fotografica


Articolo de "Il Finanziere", agosto/settembre 2018

Lo scorso 23 e 24 giugno si è tenuto a Venezia il 3° Raduno ed Esposizione di auto storiche intitolato “Historic Car Venice” e organizzato dall’Automobile Club Italia di Venezia. Il Museo Storico, rappresentato per l’occasione dall’App. Sc. Riccardo Fallone, ha curato l’esposizione di un’area dedicata alle vetture di servizio della Guardia di Finanza. Sono state esposte, quindi, una Fiat Balilla, una Fiat 600 e una Fiat 1100, che fanno parte della raccolta di veicoli storici dello stesso Museo.

Galleria fotografica

Mercoledì 27 giugno, alle ore 10.00, presso la Biblioteca Universitaria di Cagliari, è stato presentato il volume "Storia delle Fiamme Gialle della Sardegna. Due secoli di valore, di abnegazione e di incondizionato servizio a tutela dello Stato (1820-2018)", realizzato dal Col. Maurizio Pagnozzi, dal Magg. Gerardo Severino e dal M.O. Mauro Saltalamacchia. Erano presenti all'evento il Comandante Regionale Sardegna, Gen. B. Bruno Bartoloni, l'editore, Dott. Carlo Delfino, e il Magg. Severino, Direttore del Museo Storico del Corpo. Sono intervenuti, inoltre, la Direttrice della Biblioteca Universitaria di Cagliari, Dott.ssa Ersilia Bussalai; la Rettrice dell'Università degli Studi di Cagliari, Prof.ssa Maria Del Zompo; l'Ordinario di Storia Contemporanea dell'Ateneo cagliaritano, Prof. Francesco Atzeni, e il Presidente dell'Istituto Fondazione di Ricerca "Giuseppe Siotto", Prof. Aldo Accardo.

E' possibile scaricare gratuitamente il libro "Con le fiamme nel cuore" di Salvatore Zappardino (edizioni Akkuaria 2018),  dalla sezione Libri on-line

In occasione della Cerimonia di chiusura dell’Anno di Studi 2017-2018 e di consegna dei diplomi e dei distintivi agli Ufficiali frequentatori del 45° Corso Superiore di Polizia Economico – Finanziaria, svoltasi il 28 giugno u.s., presso il Salone d’Onore della Caserma “Sante Laria”, il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Prof. Giovanni Tria, ha visitato il Museo Storico del Corpo. Il signor Ministro, accompagnato dal Comandante Generale Gen. C.A. Giorgio Toschi ed alle Superiori Gerarchie, ha avuto modo di apprezzare l’allestimento del percorso espositivo museale e apprendere gli episodi storici più importanti della bicentenaria storia della Guardia di Finanza, illustrati dal Magg. Giuseppe Furno membro del Comitato Studi Storici dell’Ente Morale.

Nella mattinata di venerdì 14 settembre, gli ufficiali allievi del 115° corso R.N.C.O. “Val di Ledro III” e del 14° corso R.N.C.A. “Unicorno”, frequentatori del terzo anno di Accademia, hanno visitato il Museo Storico del Corpo. Accolti e guidati dal Magg. Gerardo Severino, Direttore dell’Ente Morale, i giovani Sottotenenti hanno ripercorso gli spazi espositivi che rievocano la pluricentenaria storia della Guardia di Finanza e il servizio d’istituto svolto dalle Fiamme Gialle.

Si è tenuta venerdì 12 ottobre alle 20.30, presso la Sala Corso di Cornuda (TV), la conferenza sul tema "Fiamme Gialle al fronte. Dalla difesa del Piave a Vittorio Veneto". Il Magg. Gerardo Severino, relatore dell'evento, ha ricordato la partecipazione della Guardia di Finanza al primo conflitto mondiale, in occasione del centenario della fine della "Grande Guerra" (4 novembre 1918 - 4 novembre 2018).

 

Galleria fotografica

Lo scorso 9 ottobre una delegazione della Direction Générale des Douanes et Droits Indirects francese ha visitato il Museo Storico. Accolti dal Magg. Gerardo Severino e dal M.O. Anna Carmina Barone, i colleghi francesi hanno molto apprezzato la pluricentenaria storia del Corpo e le tradizioni custodite nei locali del Museo.

Presso il “Magazzino delle Idee” di Trieste, sito in Corso Cavour n.2, è stata inaugurata questa mattina la mostra "La Guardia di Finanza nella Grande Guerra. Da Brazzano sullo Judrio a Trieste", a conclusione del centenario commemorativo della fine della prima guerra mondiale. L’esposizione rievoca la partecipazione delle Fiamme Gialle all’immane conflitto, al quale parteciparono 20000 finanzieri, mobilitati in 18 Battaglioni, 4 Compagnie autonome e tutto il naviglio. La mostra sarà visitabile fino al prossimo 25 novembre.

Galleria fotografica

Allestimento

Inaugurazione della mostra

Visita del Comandante Generale, Gen. C.A. Giorgio Toschi

 

 


Si è svolta domenica 18 novembre, a Roma, presso la Villa Savorgnan di Brazzà in Via XX Settembre n.2, la conferenza dal titolo "I Valori Semplici".

Alla conferenza ha preso parte, tra i relatori, il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, con un intervento sulla storia dell'eroe della Guardia di Finanza Salvatore Corrias, Medaglia di Giusto tra le Nazioni e Medaglia d'Oro al Merito Civile, che pagò con la vita l'aiuto offerto ai profughi ebrei.

In occasione del 50° anniversario dell'arruolamento del 37° Corso AA.FF. "Passo dello Stelvio", avvenuto il 1° dicembre 1968 presso la Caserma Piave allora sede del I Battaglione, gli ex Allievi Finanzieri ed i loro familiari (per un totale di circa 100 persone) hanno visitato nella mattinata il Museo Storico della Guardia di Finanza. Accolti dal personale del predetto Ente Morale (M.A. Luigi Marinanza, M.llo Vito Difino e V.B. Angelo Rinaldi), i radunisti sono stati accompagnati con una visita guidata attraverso le diverse sale espositive, riscoprendo ed apprezzando ulteriormente con vivo entusiasmo e sentita partecipazione la pluricentenaria storia del Corpo.

Una pagina dimenticata della storia di Sora, è stata riconsegnata alla città grazie a questo libro del magg. Diego Morelli e dal dott. Rodolfo Damiani. Il volume è stato pubblicato dal Museo Storico del Corpo, che, come spiegato dallo stesso Direttore magg. Severino, ha come compito istituzionale l’opera di studio, ricerca e raccolta dei materiali al fine di documentare e tramandare le origini e le tradizioni del Corpo della Guardia di Finanza.

E proprio presso gli Archivi del Museo sono state svolte dagli autori le approfondite ricerche che hanno permesso la nascita di quest’opera. Il cui obbiettivo principale è quello di far conoscere, soprattutto alla nuove generazioni, sia l’importante opera svolta dal disciolto Battaglione Allievi Finanzieri di Sora, negli anni ’50 del secolo scorso, anche nei confronti della popolazione locale. Che i diversi aspetti di carattere culturale, artistico e architettonico relativi al Palazzo degli Studi posto lungo il fiume Liri, che dal 1953 al 1955, ospitò, appunto, il reparto d’istruzione delle Fiamme Gialle.

Prima dell’inizio dei lavori della presentazione del volume, mentre i giovani studenti intonavano l’Inno di Mameli, il Prefetto Ignazio Portelli ha scoperto una targa marmorea affissa presso l’ingresso dell’Istituto scolastico e voluta dal Museo Storico della Guardia di Finanza, con lo scopo di ricordare “gli Ufficiali, i Sottufficiali, i Finanzieri e, soprattutto, gli allievi del battaglione”, che in quell’edificio hanno scritto “una pagina encomiabile della storia della Guardia di Finanza”.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Gli allievi calciatori della Scuola Calcio ASD Grifone Gialloverde, i loro accompagnatori ed alcuni familiari (per un totale di circa 120 persone) hanno visitato nelle mattinate del 3 e 4 gennaio 2019 il Museo Storico della Guardia di Finanza. Accolti dal personale del predetto Ente Morale, i giovani visitatori sono stati accompagnati dal M.O. Anna Carmina Barone con una visita guidata attraverso le diverse sale espositive, dove hanno potuto apprezzare con partecipato e vivo entusiasmo la pluricentenaria storia del Corpo.

Nella mattinata del 18 gennaio 2019 una delegazione dell'Agenzia dei servizi di frontiera del Canada (CBSA) formata dai signori Mary Teresa Glynn, Direttore della rete internazionale CBSA e Sylavain Laroche, attachè CBSA, dopo aver fatto visita al  Comando Generale del Corpo, si è recata presso il Museo Storico. Accompagnati da una funzionaria dell'Ambasciata Canadese e dall'interprete M.O. Angela Tassone (II Reparto - Ufficio Relazioni Internazionali), i graditi ospiti hanno effettuato una visita guidata accompagnati dal M.A. Luigi Marinanza  attraverso le diverse sale espositive, dimostrando vivo interesse verso la storia del Corpo.

Nella pomeriggio del 21 gennaio gli allievi della Scuola Militare della Nunziatella, unitamente al quadro Ufficiali e ad alcune Professoresse (per un totale di circa 70 persone) hanno effettuato una visita guidata al Museo Storico del Corpo. Accompagnati attraverso le diverse sale espositive dal Direttore dell'Ente, Magg. Gerardo Severino, i giovani allievi hanno potuto apprezzare il percorso espositivo, conoscendo da vicino i momenti più salienti della ultrabicentenaria storia delle Fiamme Gialle d'Italia.

La storia di un eroe della Resistenza e l’orrore della Shoah, per celebrare e ricordare. L’amministrazione comunale di Gallarate ha celebrato la Giornata della Memoria martedì 29 gennaio nella sala consiliare di largo Camussi.

Nelle serata, a ingresso libero, il Maggiore Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, ha ricordato le figure dei vari Eroi del Corpo, che durante l’occupazione nazifascista del Nord Italia salvarono centinaia e centinaia di cittadini di religione ebraica.

Con l’occasione è stato presentato il libro “Luigi Cortile. Il buon doganiere di Clivio”, di cui è autore lo stesso Maggiore Severino. Il libro ne ripercorre la storia, raccontandone il sacrificio a favore di uomini, donne, anziani e bambini da lui salvati mettendo a repentaglio la propria vita. Un esempio che l’assessorato alla Cultura di Gallarate vuole portare nel giorno in cui si ricorda l’orrore della Shoah, affinché mai più si ripeta.

Il Maresciallo Maggiore Luigi Cortile, al quale è intitolata la nuova caserma della GdF di Gallarate, è un eroe della Resistenza.

Arrestato dai tedeschi l’11 agosto del 1944 con l’accusa di avere aiutato migliaia di cittadini che desideravano espatriare clandestinamente in Svizzera per sfuggire alla caccia dei nazifascisti, il 20 novembre viene trasferito al campo di concentramento di Mauthausen dove muore il 9 gennaio del 1945.

Nel giugno del 2016 gli viene conferita la Medaglia d’Oro al Merito Civile con la seguente motivazione: «Nel corso dell’ultimo conflitto mondiale si prodigava, con eccezionale coraggio ed encomiabile abnegazione, in favore dei profughi ebrei e dei perseguitati politici, aiutandoli ad espatriare clandestinamente nella vicina Svizzera. Arrestato dai nazifascisti veniva infine trasferito in Austria, perdendo la vita in un campo di concentramento. Mirabile esempio di altissima dignità morale e di generoso spirito di sacrificio ed umana solidarietà».


Nella mattinata di lunedì 28 gennaio c.a., il Corpo ha commemorato la ricorrenza nazionale presso la Caserma “Gen. B. M.A.V.M. Sante Laria” di Roma, con due cerimonie alla presenza del Comandante Generale, Gen. C.A. Giorgio Toschi.

Il primo evento si è svolto, alle 10.30, presso il Sacrario della Guardia di Finanza, con la deposizione di una corona di alloro ai Caduti da parte dell’Autorità di Vertice, durante gli onori militari resi da un picchetto armato con trombettiere.

La seconda circostanza, alle 11.00, ha avuto luogo presso il Cortile Dobrej della stessa caserma ed ha riguardato la scopertura di una targa ricordo donata dalla Fondazione internazionale “Raul Wallenberg” (IRWF) a ricordo del salvataggio di ebrei perseguitati dai nazifascisti, compiuto dai finanzieri italiani in forma spesso anonima e a rischio della vita propria e delle loro famiglie.

Ad entrambe le solenni cerimonie, hanno partecipato l’Ambasciatore d’Israele presso la Santa Sede, S.E. Oren David, il Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI), Dott.ssa Noemi Di Segni, il Presidente della Comunità Ebraica di Roma, Dott.ssa Ruth Dureghello, il Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma, Rav Prof. Riccardo Di Segni ed il Vice Presidente della IRWF, Dott.ssa Silvia Costantini.

Il Comandante Generale ha pronunciato sentite parole di ringraziamento rivolte ai promotori della pregevole iniziativa ed ha ricordato le tante vite umane salvate dalle Fiamme Gialle durante l’ultima Guerra Mondiale. Ha aperto gli interventi il Presidente del Museo Storico del Corpo, Gen. C.A. (ris.) Flavio Zanini, commemorando i cinque finanzieri già insigniti del più alto riconoscimento dello Stato d’Israele, la medaglia di “Giusto tra le Nazioni”. Tale ricompensa è stata loro concessa nel 2008 a seguito di un’articolata proposta avanzata da un Nucleo di Ricerca storica presieduto dal Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, presente alla cerimonia. Infine, ha proseguito la Dott.ssa Costantini, illustrando le origini e le finalità perseguite dalla Fondazione “Wallenberg”.

Presenti le rappresentanze costituite dal Generale di Divisione dell’Esercito Addetto, Gen. C.A. Maurizio Valzano, dal Sottocapo di SM del Comando Generale, Gen. D. Francesco Greco, dai Capi dei Reparti del Comando Generale e dal Capo del Servizio Assistenza Spirituale.

Alle 17.30, presso la Sala del Consiglio del Comune di Chiaramonti (Sassari) si è tenuta una cerimonia in occasione del centenario della nascita del Finanziere Giovanni Gavino TOLIS, Medaglia d'Oro al Merito Civile "alla memoria".

Dopo i saluti del Sindaco Alessandro Unali e del Prof. Marco Milanese del  Dipartimento di Storia dell'Università di Sassari, sono intervenuti lo storico Prof. Carlo Patatu e l'editore Carlo Delfino. L'evento è stato presentato dal Prof. Attilio Mastino mentre le conclusioni sono state affidate al Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza e e autore del libro "Il contrabbandiere di uomini. Storia del Finanziere Giovanni Gavino Tolis, un eroe del bene al servizio dell'umanità (1919-1944)".

 

 


Nella mattinata di sabato 9 febbraio una delegazione di Ufficiali dell'Esercito e della Marina della Repubblica Federale Tedesca, con i propri familiari, hanno visitato il Museo Storico del Corpo. Ricevuti dal Gen.B. Alberto Reda, Comandante del Quartier Generale, i visitatori sono stati intrattenuti dal Direttore del Museo, Magg. Gerardo Severino, coadiuvato dall'App.sc.QS Bernardino Coppola, interprete del Comando Generale - II Reparto.

 

 


Nell'ambito delle cerimonie e iniziative in occasione del Giorno del Ricordo, l'11 febbraio 2019, intorno alle 16.00, avverrà un incontro nella Sala Arengo del Comune di Ferrara, alla presenza del Prefetto Michele Campanaro, del sindaco Tiziano Tagliani e di associazioni e cittadini, dove verrà presentato il libro "Antonio Farinatti L’Eroe di Parenzo”, di cui è autore il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza.

 

 


Il 13 dicembre 2018, presso l'Università cattolica del Sacro Cuore di Milano - Facoltà di Scienze Politiche e Sociali - Corso di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali - anno accademico 2017/2018 - la dottoranda Martina Paternoster ha discusso la Tesi di Laurea dal titolo "La Guardia di Finanza nel secondo conflitto mondiale".


Per preparare la sua Tesi, la Dott.ssa Martina Paternoster ha svolto le proprie ricerche bibliografiche anche su testi realizzati dal Museo Storico della Guardia di Finanza.

Foto 2

Milano, 13 dicembre 2018.

Il 5, 6 e 7 febbraio, rispettivamente presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti di L'Aquila, la Scuola Addestramento di Specializzazione di Orvieto e la Scuola Alpina di Predazzo, il Magg. Giuseppe Furno, membro del Comitato di Studi Storici del Museo, ha tenuto delle lezioni sulla storia del Museo Storico del Corpo e sulle sue attività e finalità istituzionali.

Gli incontri sono stati indirizzati ai frequentatori del 90° Corso Allievi Marescialli "Monte Cimone II", agli Allievi Finanzieri del 17° Corso "M.O.M.C. Fin.sc. Salvatore Corrias", suddiviso in sei aliquote - appartenenti alla Scuola Alpina di Predazzo, alla Scuola Allievi Finanzieri di Bari e alla Scuola Nautica di Gaeta - frequentatori del corso "Tecniche Operative nei servizi di Polizia e Sicurezza".

Nella mattinata di martedì 19 febbraio la classe IV B della Scuola Primaria "Tommaso Rossi" di Ciampino ha visitato il Museo Storico del Corpo. Gli alunni, accompagnati dalle insegnanti, sono stati accolti e guidati nelle diverse sale espositive dal M.A. Luigi Marinanza.

Nella mattinata di giovedì 21 febbraio, presso la Scuola Allievi Finanzieri di Bari, il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, ha tenuto una conferenza sulla storia del Corpo - con particolare riferimento alla partecipazione delle Fiamme Gialle alla Prima Guerra Mondiale - e sulle origini e finalità del Museo Storico della Guardia di Finanza.

Nella mattinata del 6 marzo 2019 il Capo del Servizio Investigativo del Ministero delle Finanze della Georgia, Magg. Soso Ramishvili, ha visitato il Museo Storico del Corpo unitamente alla seguente delegazione: Sig. Vakhtang Paresishvili e Sig. Vaja Panozishvili (Vice Capo del Servizio Investigativo del Ministero delle Finanze della Georgia), Sig.ra Ana Lursmanashvili (Capo Divisione Legale e Relazioni Internazionali del Servizio Investigativo del Ministero delle Finanze delle Georgia), Dott.ssa Natalia Magradze (Consigliere d'Ambasciata) e Sig.ra Nino Margvelashvili (interprete italiano-georgiano).

La delegazione, dopo aver fatto visita al  Comando Generale del Corpo, si è recata presso il Museo Storico accompagnata dal Col.t.ST Giovanni Salerno e dall'interprete  M.O. Angela Tassone (II Reparto - Ufficio Relazioni Internazionali). Accolti dal Direttore, Magg. Gerardo Severino, i graditi ospiti hanno effettuato una visita guidata accompagnati dal M.A. Luigi Marinanza  attraverso le diverse sale espositive, dimostrando vivo interesse e sincera ammirazione verso la storia del Corpo.

Sabato 30 marzo è stata inaugurata a Pescara la mostra intitolata “Il Risorgimento d’Abruzzo - Opposte contraddizioni”, allestita presso il Museo delle Genti d’Abruzzo - ubicato in quella che una volta era la celebre "Fortezza di Pescara".

Alla mostra, curata da Piero Valentini e Nicola Monti, appartenenti al Corpo in servizio presso il Comando Operativo Aeronavale di Pratica di Mare, ha partecipato il Museo Storico della Guardia di Finanza, che ha concesso in esposizione documenti, cimeli e uniformi dell'epoca risorgimentale, a testimonianza della partecipazione dei finanzieri alle battaglie per l’unificazione e la lotta al brigantaggio.

L'inaugurazione della mostra è stata preceduta da un convegno sul tema e il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, è intervenuto sulla storia delle Fiamme Gialle e sulla loro partecipazione al Risorgimento italiano.

La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 28 aprile e l'ingresso al museo è gratuito.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Nella mattinata di martedì 12 marzo i soci della Sezione A.N.F. di Teramo hanno visitato il Museo Storico della Guardia di Finanza, mostrando vivo interesse e grande emozione nel ripercorrere la storia ultrabicentenaria del Corpo.

Lo scorso venerdì 5 aprile il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, ha tenuto una lezione sulla storia del Corpo agli allievi finanzieri del contingente mare del corso "Salvatore Corrias", attualmente in formazione presso la Scuola Nautica di Gaeta.

Nell'occasione è stata illustrata anche l'attività e la storia del Museo Storico, che dal 2016 ha una delle proprie sedi distaccate proprio a Gaeta, presso la caserma "G. Mazzini".

Sabato 6 aprile, presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti, si è svolta la toccante cerimonia di commemorazione del decimo anniversario del sisma che ha tragicamente colpito L'Aquila e l'Abruzzo il 6 aprile 2009.

Durante la manifestazione si è ricordato il ruolo centrale che la Guardia di Finanza e la Scuola Ispettori hanno ricoperto in quei tristi giorni di emergenza e dolore.

Per l'occasione il Museo Storico del Corpo ha esposto alcuni automezzi storici e allestito delle vetrine che ripercorrono le tappe principali della storia della Scuola Ispettori: dall'istituzione, nel 1896, della Scuola Speciale per i Sottufficiali della Regia Guardia di Finanza a Caserta, fino al trasferimento della stessa nel capoluogo abruzzese, nel 1992.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Il 12 aprile, con inizio alle ore 9,30, presso il Museo “Vittoria Colonna” di Pescara, nel quadro dell’evento dal titolo “Un inedito centenario abruzzese: storia di un eroe e del suo ritratto”, organizzato dal locale Comando Provinciale del Corpo, d’intesa con l’Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio”, il Maggiore Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, ha tenuto un intervento dal titolo “Saul Angelini, un eroe da non dimenticare”, dedicato al Tenente Angelini, nato a Mosciano Sant’Angelo (Teramo) nel 1894, cui si riferisce il ritratto di cui sopra ed alla cui memoria è intitolata la caserma sede dello stesso Comando Provinciale. L’Eroe delle Fiamme Gialle, caduto in combattimento a Gorian (Albania) il 31 luglio 1918, fu decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare. Nella circostanza è stato presentato al pubblico l’originale del quadro che, nel 1919, la famiglia Angelini commissionò al celebre pittore Francesco Patella, anch’egli originario di Mosciano Sant’Angelo. L’opera, che in seguito fu donata dalla stessa famiglia Angelini al Museo Storico, è stata affidata in comodato alla caserma pescarese nel 2001. Sino ad oggi si sconosceva letteralmente l’autore. La circostanza ha consentito al Corpo, così come alla cittadinanza pescarese, di poter apprezzare ancora di più l’importanza che il Museo Storico riveste nell’ambito dello scenario culturale del Paese: a questo punto scrigno di vere e proprie “opere d’arte”, come lo è la “riscoperta” tavola del Patella.

Martedì 30 aprile il Rotary Club di Pompei - distretto 2100 ha effettuato una visita presso il Museo Storico del Corpo. Accolti dal Capo di Stato Maggiore del Comando Generale, Gen. D. Umberto Sirico, i visitatori sono stati, quindi, guidati nel percorso museale dal Direttore del medesimo Ente Morale, Magg. Gerardo Severino, il quale, nell’illustrare le varie vetrine, ha dedicato un excursus storico alle plurisecolari vicende della Guardia di Finanza.

La Ragioneria Generale dello Stato ha organizzato il "Meeting dell'EPSAS Working Group", nei giorni 13 e 14 maggio 2019, presso il Salone d'Onore della Caserma "Sante Laria". I partecipanti a tale evento, in gran parte di nazionalità straniera, hanno anche visitato il Museo Storico del Corpo nella tarda mattinata di martedì 14 maggio. I visitatori sono stati guidati nel percorso museale dal M.A. Luigi Marinanza e dagli interpreti del Comando Generale - II Reparto (Brig.C. QS Giulio DE FILIPPIS e App.sc. Gianpaolo MASTROVITO) mostrando vivo interesse ed ammirazione per la plurisecolare storia della Guardia di Finanza.

Nella mattinata del 15 maggio il Museo Storico è stato visitato dai soci (e loro familiari) aderenti a diverse associazioni: A.N.C.R.I. (Associazione Nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana), A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia - Sezione Villa Spada di Roma), A.N.E.D. (Associazione Nazionale Ex Deportati) e JERUCE.

I graditi ospiti (circa una ventina) sono stati accompagnati nella visita alle varie sale espositive dal M.A. Luigi Marinanza, mostrando grande interesse e sincera ammirazione per la plurisecolare storia della Guardia di Finanza.

 

Nella mattinata di lunedì 6 maggio, le classi IV C e IV E della Scuola Primaria "Nino Manfredi" - I.C. Casalbianco di Roma, hanno visitato il Museo Storico del Corpo. Gli alunni, accompagnati dai loro insegnanti, sono stati accolti dal V.Brig. Giancarlo Pavat, che li ha guidati lungo il percorso espositivo museale, illustrando la storia della Guardia di Finanza dalle origini nel 1774 sino ai giorni nostri.

 

In occasione dell’apertura della competizione “1000 Miglia 2019”, a Brescia, è stata presentata una delle auto d’epoca appartenenti alla raccolta di veicoli conservati dal Museo Storico del Corpo: l’Alfa Romeo 1900 Super. Appassionati e amanti delle quattro ruote hanno potuto, quindi, ammirare questo raro modello di Alfa Romeo, prodotto già nel 1954 e utilizzato, inizialmente, per la lotta al contrabbando tra il confine italiano e quello balcanico per poi, successivamente, essere destinato al trasporto di rappresentanza. L’evento ha previsto la partecipazione di 430 auto storiche, che hanno sfilato per le strade e città del Paese. Dopo la partenza, da Brescia, lo scorso 15 maggio, per i veicoli in gara sono state previste numerose tappe, tra cui Cervia-Milano Marittima, Roma, Bologna e far rientro, nel pomeriggio di sabato 18 maggio, nuovamente a Brescia. Questa manifestazione è stata un’ulteriore occasione per far conoscere la vitalità del Museo Storico della Guardia di Finanza, capace di trasmettere anche con i propri “motori” la storia e le tradizioni del Corpo.

Galleria fotografica

Mercoledì 22 maggio le classi IV F e IV H della Scuola Primaria "Manfredi" dell'Istituto Comprensivo Casalbianco di Roma sono stati accolti e guidati nella visita del Museo Storico del Corpo dal Maresciallo Ordinario Anna Barone. Nelle sale espositive gli attenti alunni hanno potuto apprendere le diverse tappe evolutive della storia della Guardia di Finanza.

Lo scorso 25 maggio, in occasione dell'assunzione dell'alto Comando della Guardia di Finanza, il Gen. C.A. Giuseppe Zafarana ha voluto rendere omaggio al Museo Storico del Corpo, Ente al quale è particolarmente legato, oltre che grato, come ha voluto sottolineare anche nel Suo primo Ordine del Giorno Speciale. Accolto dal Presidente del Museo, Gen. C.A. Flavio Zanini e dal Magg. Severino, Direttore, il Comandante Generale ha voluto lasciare un imperituro ricordo dell'evento, attraverso una toccante dedica sul Libro d'Onore dello stesso Museo. Agli auguri di buon lavoro espressi dal Generale Zanini nei confronti del nuovo Comandante Generale si associa il Consiglio di Amministrazione, il Direttore e il personale tutto in servizio presso l'Ente Morale, sicuri di ben meritare anche in futuro la stima e la considerazione di tutte le Fiamme Gialle, delle cui secolari e nobili tradizioni il Museo stesso è glorioso custode.

Nella mattinata di martedì 28 maggio, il Gen. C.A. (ris) Flavio Zanini, Presidente del Museo Storico, e il Magg. Gerardo Severino, Direttore dello stesso Ente Morale, dopo essere stati accolti dal Comandante dell'Accademia, Gen. B. Bonifacio Bertetti, hanno tenuto una conferenza presso l'alto istituto di formazione del Corpo rivolta agli allievi ufficiali del primo anno di corso in formazione a Bergamo.

Il Presidente del Museo ha illustrato le numerose attività di cui il Museo Storico è promotore in tutto il Paese e le sue finalità istituzionali.

Il Direttore, invece, ha ripercorso le tappe principali della storia della Guardia di Finanza.

Galleria fotografica

Nel pomeriggio di lunedì 3 giugno una delegazione della Scuola di Polizia tedesca del Land Brandeburgo, in occasione del tirocinio svolto presso il Corpo, ha visitato il Museo Storico.

Guidati nella visita dal M.O. Anna Barone, i militari tedeschi si sono mostrati interessati alle vicende storiche della Guardia di Finanza, nonché all'evoluzione della sua struttura e dei suoi compiti istituzionali.

In occasione degli 80 anni della fondazione dell’Ente Morale, il Consiglio Centrale di Rappresentanza della Guardia di Finanza ha visitato, per la prima volta, il Museo Storico del Corpo. In tale occasione il Gen. B. Bruno Bartoloni, a nome di tutta la delegazione, accolta dal Presidente e dal Direttore del Museo, ha espresso il proprio compiacimento al Gen. C.A. (aus) Flavio Zanini, per la preziosa opera che la nobile istituzione ha assicurato a favore della cultura e per la salvaguardia delle tradizioni di valore e di spirito di sacrificio delle Fiamme Gialle.

Nel pomeriggio di martedì 18 giugno si è tenuto il convegno dal titolo “Finanzieri, valori e medaglie. Le gesta eroiche delle Fiamme Gialle emiliano-romagnole”, organizzato dal Comando Regionale Emilia Romagna in occasione delle celebrazioni per il 245° anniversario di fondazione del Corpo. L’evento si è svolto a Bologna, presso quella che una volta era la Chiesa di San Mattia, in Via Sant’Isaia n. 14. Tra i relatori il Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, ha ricordato tre eroiche Fiamme Gialle originarie dell’Emilia Romagna.

Galleria fotografica

Da giovedì 20 giugno e fino al prossimo ottobre sarà possibile visitare la mostra “Lessico Italiano, volti e storie del nostro Paese”, allestita presso il complesso del Vittoriano, aperta al pubblico a partire dalle ore 9.30 e con ingresso libero. La mostra rientra in un progetto volto a diffondere la conoscenza dell’immenso patrimonio della nostra cultura e a ricordare agli italiani la propria identità culturale, valorizzando proprio il Vittoriano quale luogo identitario dell’italianità. Il Presidente della Repubblica e le alte cariche dello Stato hanno visitato in anteprima la mostra mercoledì 19 giugno: una data significativa, questa, perché, in seguito all’emanazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 1 del 19 giugno 1946, il tricolore è stato adottato quale bandiera nazionale. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), promotore dell’evento, ha coinvolto le principali istituzioni pubbliche a dare un proprio contributo alla manifestazione. La Guardia di Finanza, quindi, ha esposto due cimeli rappresentativi della storia del Corpo: una tromba con drappella originale del 1934 e un cappello alpino, indossato dai finanzieri nella stessa epoca, concessi in prestito dal Museo Storico. In particolare, la drappella è uno dei sei esemplari originali consegnati il 5 luglio 1934 – all’epoca festa anniversaria del Corpo – dal Principe Umberto di Savoia ai trombettieri della fanfara della Legione Allievi, presso la Caserma “Vittorio Emanuele III”, l’attuale Caserma “Piave”, sede del Comando Generale. La drappella di forma quadrata è intessuta in seta, con frange in canutiglia d’oro e d’argento. Sul recto vi è raffigurata un’aquila su cui campeggia lo scudo di casa Savoia; sul verso vi è raffigurata un’aquila che sovrasta il fregio del Corpo. Dai quattro angoli si dipartono le lingue di fiamma color giallo-oro, da cui derivano le fiamme gialle indossate sulle uniformi dei finanzieri sin dal 1875. Le stellette, invece, furono applicate sulle stesse fiamme nel 1907. Il cappello alpino, del modello in uso negli anni ’30, era indossato dagli stessi trombettieri che ricevettero le drappelle.

Galleria fotografica

In occasione del 245° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza, durante i festeggiamenti svoltisi presso il Centro Logistico di Villa Spada, a Roma, il Museo Storico del Corpo ha allestito uno stand dedicato ai 150 anni di attività operativa che le Fiamme Gialle hanno assicurato nell’ambito della repressione del contrabbando su tutto il territorio nazionale. Lo spazio espositivo, oltre a due uniformi storiche del 1869 e del 1959, ha permesso di mettere in mostra anche cimeli, come le tradizionali bricolle degli “spalloni”. Il Museo Storico, infine, ha esposto alcune delle auto storiche conservate nella propria collezione di veicoli d’epoca, come la Balilla 508, la Fiat 1100, la Fiat 600, la Campagnola e l’Alfa Romeo 1900.

Galleria fotografica

Nella mattinata di venerdì 5 luglio 2019, presso la Caserma “Vicebrigadiere Alberto De Falco e Finanziere Scelto Antonio Sottile, Medaglie d’Oro al Valor Civile alla memoria”, sede della Legione Allievi, ha avuto luogo, alla presenza dell’Ispettore per gli Istituti di Istruzione, Gen.C.A. Carlo Ricozzi, la cerimonia di inaugurazione della Sezione Distaccata del Museo Storico.

Madrina della cerimonia è stata la sig.ra Annalisa Cavicchioli, consorte del Gen.C.A. (ris) Flavio Zanini, Presidente del Museo Storico del Corpo.

L’allestimento, curato dal personale del Museo Storico di Roma in collaborazione con la Legione Allievi, ripercorre la storia e l’evoluzione dei reparti di istruzione attraverso l’esposizione di uniformi ed equipaggiamenti, cartoline e documenti, oggetti di vita quotidiana e pubblicazioni.

Nella stessa giornata, al termine della cerimonia di consegna delle Fiamme ai frequentatori del 17° Corso “M.O.M.C. Fin. Sc. Salvatore Corrias”, il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giuseppe Zafarana, ha visitato la predetta Sezione Distaccata del Museo Storico, esprimendo il suo vivo compiacimento per l’impegno profuso a favore della conservazione e della perpetuazione della memoria e delle tradizioni del Corpo.

Galleria fotografica

Rassegna stampa

Il 9 luglio 2019, alle ore 10:00, a Roma, presso la Sala "Spadolini" del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, si è tenuta la presentazione alla stampa delle celebrazioni per i 400 anni dalla nascita di Francesco Morosini e della mostra “Francesco Morosini in guerra a Candia e in Morea”, iniziata il 12 luglio a Venezia presso Palazzo Corner - Mocenigo, sede del Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza.

La conferenza stampa si è tenuta alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

Il Comandante Interregionale dell'Italia Nord Orientale, Gen. C.A. Bruno Buratti, nel suo intervento ha fornito un breve profilo biografico di Francesco Morosini ed illustrato gli scopi e i punti salienti delle celebrazioni.

Le Autorità di Vertice erano invece rappresentate dal Sottocapo di Stato Maggiore del Comando Generale, Gen. D. Francesco Greco.

A sottolineare gli importanti contributi forniti dal Corpo per l'organizzazione delle celebrazioni, si è avuta altresì la presenza del Presidente del Museo Storico della Guardia di Finanza, Gen. C.A. (ris.) Flavio Zanini, del Comandante Regionale Veneto, Gen. D. Giovanni Mainolfi e del Comandante Regionale Lazio, Gen. D. Michele Carbone.

Gli eventi - il cui calendario si spinge fino al mese di gennaio 2020 - patrocinati dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, nonché dalla Regione Veneto, dalla Città di Venezia e dall’Università Cà Foscari, sono stati concepiti a Venezia, all’interno di un itinerario storico, artistico e culturale articolato su più sedi per amplificare la portata e la capacità divulgativa di ogni singola iniziativa, valorizzando i principali siti “morosiniani”.

In particolare la mostra, realizzata anche con l’apporto del Museo Storico della Guardia di Finanza, è stata inaugurata il 12 luglio alle ore 18.00 , si sviluppa su entrambi i piani nobili del Palazzo Corner Mocenigo - sede del Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza - e rimarrà aperta al pubblico con visite guidate e programmate fino al 5 novembre 2019, di massima nei fine settimana, nell'arco orario 10.00 - 18.00, con interruzione dalle ore 13.30 alle 14.30.

Galleria fotografica

Dal 12 luglio e fino al 15 settembre 2019 sarà possibile visitare la mostra "Esposizione sul mondo dello sci di un tempo e sulle diverse attività militari, lavorative e quotidiane ad esso collegate", allestita presso il Museo della Gente di Carano (Trento) in collaborazione con il Museo Storico della Guardia di Finanza Sezione Scuola Alpina di Predazzo.

Galleria fotografica

Ricorre quest'anno il centenario dell'istituzione della Flottiglia Costiera delle Fiamme Gialle di Trieste.

Infatti, l’atto ufficiale di nascita della “Flottiglia Costiera” di Trieste porta la data del 24 aprile 1919, allorquando il Regio Governatore Militare della Venezia Giulia, Tenente Generale Carlo Petitti di Roreto, anche su proposta del Comando Legione del Corpo, emanò il decreto con la cessazione dell’attività da parte dei reparti dell’I.R. Guardia di Finanza austriaca.

Sull'argomento è stato pubblicato il libro "Finanzieri di mare a Trieste. Dall'aquila asburgica al Tricolore italiano (1829 - 2016)" di Gerardo Severino e Federico Sancimino

Leggi l'articolo di Gerardo Severino

Nella giornata del 25 luglio, alcuni neo stagisti della rinomata Accademia Tedesca di Roma, ospitata all'interno della prestigiosa "Villa Massimo", proprio di fronte alla Caserma "Piave", sede del Comando Generale del Corpo, hanno visitato il Museo Storico, accompagnati dalla Direttrice, Dott.ssa Julia Draganovic. Accolti dal Direttore del Museo, Magg. Gerardo Severino, il quale ha innanzitutto rivolto un indirizzo di saluto a nome del Presidente, Generale C.A. (ris) Flavio Zanini, i visitatori hanno avuto modo di conoscere da vicino la storia delle Fiamme Gialle, dimostrando particolare interesse anche nei riguardi degli aspetti più variegati che hanno caratterizzato tale percorso, dalle origini ad oggi, peraltro incuriositi dagli aneddoti e dalle vicende, spesso sconosciute, che hanno caratterizzato i 245 anni di vita della gloriosa Istituzione militare. Al termine della visita, la Direttrice ha voluto donare al Museo Storico un prezioso volume dedicato alla presenza in Roma della stessa Accademia Tedesca, testo che abbraccia il periodo storico 1910 - 2010.

Lo scorso 14 luglio nella cittadina di Amatrice, tristemente provata dal terremoto nel 2016, si è svolto un raduno di auto d'epoca. Il Museo Storico del Corpo ha partecipato all'evento con l'Alfa Romeo 1900 Super. La manifestazione era finalizzata al sostegno dell'economia locale.

Galleria fotografica

Dal 19 al 27 luglio, a Giffoni Valle Piana (SA), si è svolta la 49^ edizione del "Giffoni Film Festival" - rassegna cinematografica dedicata ai giovani ed alle famiglie. Il Museo Storico del Corpo ha partecipato all'evento esponendo diverse auto e moto d'epoca e alcune uniformi storiche.

Galleria fotografica

Nella mattinata di venerdì 13 settembre il Museo è stato visitato dai frequentatori del 116° corso R.N.C.O. "Dobrej IV" e del 15° corso R.N.C.A. "Cigno". I numerosi e graditi ospiti sono stati accolti dal Presidente del Museo Storico, Gen.C.A. (ris) Flavio Zanini, che ha rivolto loro un caloroso indirizzo di saluto, esponendo le innumerevoli finalità e le molteplici attività dell'Ente Morale. La visita guidata ai vari spazi espositivi è stata poi effettuata dal Direttore, Magg. Gerardo Severino, il quale ha illustrato ai giovani ufficiali la gloriosa e pluricentenaria storia della Guardia di Finanza.

Galleria fotografica

Nella mattinata di mercoledì 18 settembre, una delegazione del Servizio Speciale Investigativo armeno e il Vice Ministro della Giustizia della Repubblica di Armenia, nel corso della visita ufficiale al Comando Generale del Corpo, sono stati accompagnati dal M.O. Anna Barone a visitare gli spazi espositivi del Museo Storico.

Lo scorso 21 giugno è deceduto a Bologna il Generale C.A. (t.o.) Claudio Marrocu, una gloriosa Fiamma Gialla di cui la rivista “Il Finanziere” si è occupata in passato (esattamente nel numero di maggio 2017), tracciandone brevemente la straordinaria biografia. L’illustre Ufficiale del Corpo era così legato alle sue amate Fiamme Gialle al punto che, nonostante l’avanzata età, assicurava la sua presenza nelle varie cerimonie, sia nella sua città adottiva, Bologna, che presso altre sedi esterne. Egli non aveva mai smesso di sentirsi Finanziere e ciò sino al suo ultimo giorno di vita, il quale, per uno strano caso del destino, si è consumato proprio in occasione della sua amata “Festa del Corpo”. Per decisione dei figli, ai quali va il ringraziamento più sincero e affettuoso da parte del Corpo, alcuni importanti cimeli appartenuti al Generale Marrocu sono stati donati al Museo Storico, nella speranza di potere essere utilizzati, in un prossimo futuro, anche a testimonianza di una lusinghiera ed onestissima carriera. Nella foto, il figlio del Generale Marrocu, Dottor Mauro, mentre consegna ufficialmente il materiale al Direttore del Museo, Maggiore Gerardo Severino che, su incarico del Generale C.A. (ris) Flavio Zanini, Presidente dell’Ente Morale, li ha personalmente ritirati nello stesso luogo ove per anni erano stati gelosamente custoditi dalla fiera Fiamma Gialla.

In data 24 settembre, il Presidente del Museo Storico del Corpo, Gen. C.A. (ris) Flavio Zanini, alla presenza del personale in forza al reparto, ha voluto omaggiare il Magg. Gerardo Severino, Direttore dello stesso Ente, per i suoi 25 anni di attività presso il Museo. Al Magg. Severino è stata consegnata una targa in ricordo deI quarto di secolo trascorso da ricercatore appassionato nel divulgare le gloriose tradizioni e la storia del Corpo.

Galleria fotografica

Domenica 6 ottobre più di ottomila ciclisti hanno partecipato a L’Eroica 2019, una manifestazione ciclistica di richiamo internazionale.

L’evento ha attraversato un piccolo borgo della provincia di Siena,Gaiole in Chianti, e le limitrofe “strade bianche” del circostante territorio senese, con ben cinque percorsi a disposizione. Dal più semplice di 46 chilometri, al più impegnativo ed esigente di 209 chilometri che unisce il Chianti e il Brunello, Gaiole a Montalcino passando per Asciano, Castelnuovo Berardenga, Buonconvento e Brolio.

L’iniziativa, ideata da Giancarlo Brocci nel 1997, è cresciuta fino a diventare un vero e proprio movimento. Si tratta di un evento globale al quale contribuiscono soprattutto tedeschi, svizzeri, olandesi, belgi ma anche statunitensi e australiani. L’Eroica è, oggi, anche un esempio di valorizzazione del patrimonio ambientale e di stile di vita sostenibile.

Inoltre a L’ Eroica i ciclisti hanno preso parte esclusivamente con bici storiche e con un abbigliamento stile anni ’80, nel rispetto dello spirito rievocativo dell’iniziativa.

Il Museo Storico del Corpo ha partecipato con l'Alfa Romeo 1900 Super. Al seguito della manifestazione, l’autovettura ha preceduto un piccolo gruppo di militari appartenenti al Comando Provinciale di Siena. I finanzieri sono intervenuti all'evento, indossando un abbigliamento storico riportante i segni distintivi della Guardia di Finanza e si sono cimentati nel “percorso corto” di 81 km.

Nella mattinata di sabato 5 ottobre a Domodossola, nella Sala dell’Unione montana di via Romita, si è tenuta la presentazione del libro "In nome della Legge. Domodossola, l'Ossola e le Fiamme Gialle. Vicende storiche e cronache operative della Guardia di Finanza (1774 - 2019)", scritto dal Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico, e dal Prof. Pier Antonio Ragozza, studioso di storia locale dell’Ossola e di storia militare, in particolare delle due guerre mondiali e della Resistenza.

L’evento culturale, organizzato dalla Sezione A.N.F.I. di Domodossola con il patrocinio del Comune di Domodossola, è stato inserito nel novero delle manifestazioni del 75° anniversario della Repubblica Partigiana dell’Ossola.

Le oltre 400 pagine del lavoro redatto vanno a ricostruire i 275 anni di storia del Corpo sul territorio ossolano.

In apertura ha portato il suo saluto il Presidente della locale sezione A.N.F.I., Maresciallo Aiutante Stefano Mura, cui ha fatto seguito quello del Generale di Brigata (ris) Mauro Santonastaso, Vicepresidente nazionale A.N.F.I. per l’Italia Settentrionale.

Massima autorità presente il Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Vicanolo, Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Occidentale, il quale ha portato anche il saluto del Comandante Generale, sottolineando il positivo legame tra i Finanzieri in servizio e l’A.N.F.I., plaudendo all'iniziativa libraria ossolana, complimentandosi con gli autori.

Ad accompagnare il Gen. C.A. Vicanolo, anche il Comandante Regionale del Piemonte, Generale di Divisione Giuseppe Grassi, ed il Comandante Provinciale di Verbania, Col. ISSMI Giuseppe Di Tullio.

Sono intervenute anche le massime autorità locali, tra le quali il Presidente della Provincia Arturo Lincio e il Sindaco di Domodossola Lucio Pizzi. Quest’ultimo, al termine della presentazione, ha consegnato alcune targhe celebrative agli autori.

Infine, l’A.N.F.I. ossolana ha voluto ringraziare le rappresentanze delle Sezioni consorelle presenti, provenienti da diverse località italiane, i rappresentanti delle Fiamme Gialle e coloro che hanno reso possibile la realizzazione del libro “In nome della legge”.

Galleria fotografica

Domenica 29 settembre, nella magnifica cornice del Teatro Traiano di Civitavecchia (RM), in occasione della cerimonia del 70^ Anniversario dell’insediamento della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia nella Caserma “G. Bruzzesi”, la Banda Musicale del Corpo, sotto la direzione del Col. Leonardo Laserra Ingrosso, si è esibita in un concerto, nel corso del quale sono stati proposti brani a tema, tratti dall'ampio repertorio a disposizione del Complesso Bandistico.

L’evento musicale è stato preceduto da un’intervista da parte della presentatrice della serata, Ombretta Del Monte, al Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico del Corpo, il quale ha ricostruito le tappe più significative dell’ultrabicentenaria presenza delle Fiamme Gialle a Civitavecchia, la quale trae origine da un primo nucleo di finanzieri di mare giunti in città all’indomani del 30 aprile 1786, data dell’istituzione della Guardia Doganale dello Stato Pontificio.

Galleria fotografica

Tra il 12 e il 13 ottobre, presso il Foro Italico di Roma, si è tenuta la seconda tappa del “TENNIS & FRIENDS – Tour 2019”, nell'ambito di un progetto che si prefigge l’obiettivo di diffondere, attraverso lo sport e con il supporto delle Istituzioni, la cultura della prevenzione, specie delle malattie tiroidee e metaboliche, mediante check-up gratuiti realizzati con centri di eccellenza sanitari locali.

L’ambiente accogliente del Villaggio della Salute e la presenza di personaggi del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo, impegnati in un vero e proprio torneo di tennis, sono stati gli elementi di intrattenimento per il pubblico in attesa di effettuare il proprio check-up gratuito.

Salute, Sport, Solidarietà, Spettacolo e Sostenibilità sono le parole chiave che sintetizzano lo spirito di questo evento che aveva già interessato Roma (maggio c.a.) e Napoli (aprile c.a.) e che ora si propone di raggiungere anche altre città e regioni italiane.

Il Museo Storico del Corpo ha partecipato alla predetta manifestazione nazionale di prevenzione e promozione della salute attraverso l'esposizione dell’Alfa Romeo 1900 Super. L’autovettura è stata offerta al pubblico nell'ambito di una mostra statica di automezzi storici e moderni.

Dal 24 al 27 ottobre ha avuto luogo, presso la Fiera di Padova, un evento espositivo dedicato alle auto e alle moto d’epoca.

Il Salone di Padova è il più grande mercato di auto e ricambi d’epoca d’Europa e rappresenta da anni l’appuntamento internazionale più importante per gli appassionati di motori. Ad Auto e Moto d’Epoca”, collezionisti e appassionati hanno avuto la possibilità di scegliere tra le oltre 4.000 auto delle principali case automobilistiche e di trovare pezzi di ricambio originali di ogni prezzo e marchio. Assieme alle auto sono state esposte 500 motociclette, dai modelli dei primi anni del Novecento fino a quelli degli anni '80.

Al fine di valorizzare la raccolta di mezzi storici, il Museo Storico ha preso parte alla manifestazione attraverso l’esposizione di auto e moto d’epoca in dotazione al Corpo in uno stand espositivo allestito all'interno dei padiglioni della Fiera.

Venerdì 27 settembre, a L’Aquila, è andata in scena la Notte Europea dei Ricercatori, lo “Sharper”, evento di carattere scientifico-divulgativo, organizzato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, unitamente al Comune dell'Aquila che ha inserito la manifestazione nel calendario delle attività previste in occasione del Decennale del sisma del 6 aprile 2009.

Anche il Museo Storico del Corpo ha partecipato all'evento, evidenziando principalmente la componente specialistica del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

All'interno di uno stand sono stati esposti gli equipaggiamenti, le attrezzature e le divise che nel corso degli anni sono stati utilizzati dal S.A.G.F., forniti dalla Sezione distaccata presso la Scuola Alpina di Predazzo.

Durante la manifestazione è stato anche presentato un Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto, giunto da Pratica di Mare per l’occasione.

Inoltre, all'interno della cornice di Piazza Duomo, ha trovato grande visibilità il Ve.I.Co.Lo. (veicolo itinerante di comunicazione locale), mezzo con il quale la Guardia di Finanza diffonde la conoscenza della propria “mission”, volta alla tutela della sicurezza economica e finanziaria del Paese.

Rassegna stampa

Nella mattinata di lunedì 11 novembre, una classe  dell'"I.T.I.S.Giovanni XXIII" di Roma ha visitato il Museo Storico del Corpo, accompagnati dal M. O. Anna Barone. Nelle sale espositive gli studenti hanno potuto apprendere il percorso evolutivo della storia della Guardia di Finanza.

Dal 31 ottobre al 4 novembre, in Piazza del Plebiscito a Napoli, per la celebrazione del “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, il Museo Storico del Corpo ha contribuito alla realizzazione di un’ampia area espositiva (800 mq circa), accuratamente allestita dalla Sezione Relazioni Esterne del V Reparto del Comando Generale, fornendo, per l’occasione, una raccolta di auto e moto storiche.

Galleria fotografica

Dal 5 al 10 novembre, in occasione dell’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo (EICMA), all'interno dei padiglioni della Fiera di Rho (MI), il Museo Storico del Corpo ha contribuito alla realizzazione di uno stand espositivo dedicato alla Guardia di Finanza, allestito dalla Sezione Relazioni Esterne del V Reparto del Comando Generale, mettendo a disposizione la moto d’epoca Guzzi V7.

Venerdì 15 novembre alle ore 11, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi dell’Insubria, in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico 2019-2020, avrà luogo la cerimonia di conferimento della Laurea Magistrale Honoris Causa in Scienze e Tecniche della Comunicazione al Magg. Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, che lo scorso 1° luglio ha festeggiato i 25 anni di attività presso lo stesso Ente Morale. Alla cerimonia sarà presente il Presidente del Museo Storico, Generale di Corpo d'Armata (ris) Flavio Zanini.

In apertura, il Prof. Angelo Tagliabue, Magnifico Rettore dell’Università, terrà la sua relazione. Seguiranno gli interventi del Direttore Generale, Dott. Marco Cavallotti, e di un rappresentante degli studenti.

Successivamente, il Prof. Paolo Bernardini, Direttore del Dipartimento di Scienze Umane e dell’Innovazione per il Territorio, procederà alla lettura della motivazione di conferimento dell’onorificenza, cui seguirà la Laudatio di Gerardo Severino da parte del Prof. Andrea Spiriti.

Quindi, il Magg. Severino terrà la Lectio Magistralis dal titolo: Il Museo Storico della Guardia di Finanza nell’ambito delle strategie di comunicazione del Corpo.

Dopo la consegna della Medaglia di Ateneo ai Professori Ordinari, la cerimonia si concluderà con il tradizionale canto del Gaudeamus.