Tu sei qui: Home Giorno della Memoria Le cerimonie e gli eventi Cerimonia di scopertura del cippo dei finanzieri “Giusti tra le Nazioni” nella caserma “Sante Laria”

Cerimonia di scopertura del cippo dei finanzieri “Giusti tra le Nazioni” nella caserma “Sante Laria”

Il 27 gennaio 2009, nella caserma Sante Laria, il Comandante Generale pro tempore della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Cosimo D’Arrigo, con l’Ispettore per i Reparti di Istruzione, Gen. C.A. Ugo Marchetti, il Capo di Stato Maggiore del Comando Generale, Gen. B. Michele Adinolfi ed altre personalità, ha presenziato a due solenni cerimonie per onorare degnamente tutti i militari della Guardia di Finanza, caduti nell’adempimento del proprio dovere per salvaguardare la vita di Ebrei perseguitati e, più in particolare, per rendere onore ai cinque finanzieri che sono stati riconosciuti “Giusti tra le Nazioni”, i cui nomi sono eternati nel “Museo della Rimembranza”, per la conservazione della Memoria dell’Olocalusto.
Con la prima cerimonia il Comandante Generale ha deposto una corona d’alloro al Sacrario dei Caduti nella caserma Sante Laria, alla presenza dei signori Claudia De Benedetti e Shalom Tesciuba, rispettivamente vice presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e vice presidente della Comunità ebraica di Roma.
Con la seconda cerimonia è stata deposta solennemente una corona d’alloro alla lapide scoperta, nel piazzale “Dobrej” della medesima caserma, riportante i nomi dei cinque “Giusti per le Nazioni”, che ricordiamo ancora una volta: Tenente Giorgio Cevoli; Finanziere scelto Salvatore Corrias; Finanziere Giulio Massarelli, Tenente Giuseppe Pollo e il Maggiore Raffaello Tani, la cui consorte, Signora Jolanda Salvi, è stata anch’essa decorata.
Anche a quest’ultima cerimonia hanno partecipato rappresentanze della Comunità Ebraica di Roma e alti ufficiali del Corpo, fra cui il presidente del Museo Storico, Gen. C.A. Luciano Luciani ed il presidente nazionale dell’A.N.F.I., Gen. C.A. Giovanni Verdicchio.