Finanziere Occhi Pietro

Fin. OCCHI Pietro. 
In servizio alla Legione di Milano. In seguito agli avvenimenti dell'8 settembre, si era dato alla macchia, entrando subito a far parte di un'organizzazione partigiana operante in Lombardia. Catturato dai nazifascisti, l'8 aprile 1945 fu deportato a Mauthausen, ove cessò di vivere di lì a poco, ad appena ventuno anni d'età. Per il suo eroico comportamento, l'Occhi fu decorato della Croce di Guerra al Valor Militare, con la seguente motivazione: "Giovane e attento partigiano, all'atto dell'armistizio aderiva al movimento della Resistenza prodigando tutte le sue energie per il trionfo della libertà della Patria. Catturato a seguito di un capillare rastrellamento nemico, sopportava stoicamente atroci torture senza nulla svelare che potesse tradire la causa partigiana. Deportato nel campo di sterminio di Mauthausen l'8 aprile 1945, concludeva nella camera a gas il suo cosciente sacrificio. Mauthausen (Austria), giugno 1945".