Tu sei qui: Home Giorno della Memoria Gli aiuti ai profughi ebrei ed ai perseguitati: il ruolo della Guardia di Finanza

Gli aiuti ai profughi ebrei ed ai perseguitati

Il ruolo della Guardia di Finanza (1943 - 1945)

Tipologia d'intervento

Gli aiuti ai profughi ebrei ed ai perseguitati furono assicurati dagli appartenenti allaGuardia di Finanza mediante:

  • Il favoreggiamento, ovvero la materiale esecuzione, degli espatri clandestini, sia via terra che via mare (ricostruiti molti episodi verificatesi lungo la frontiera con la Svizzera e gli espatri via mare avvenuti a Genova - Voltri);
  • l'ospitalità nelle caserme, ovvero nelle abitazioni private (verificatesi principalmente a Roma);
  • la fornitura di documenti d'identità opportunamente falsificati;
  • l'arruolamento dei ricercati in qualità di Finanzieri Ausiliari (episodi accaduti a Roma, Genova, Milano e Madonna Tirano (SO), ove furono appositamente organizzati dei corsi);
  • la sottrazione dalla deportazione di individui già catturati e pronti a partire per ignota destinazione (fenomeno verificatosi in larga misura a Roma, ma anche in alcune località di frontiera);
  • l'avvertimento della popolazione nei casi di operazioni di rastrellamento già pianificate dalle autorità di polizia e/o tedesche d'occupazione (ruolo ricoperto principalmente dagli appartenenti al Comando R. Guardia di Finanza per la città Aperta di Roma);
  • il mancato sequestro o confisca dei beni ebraici (casi verificatesi a Roma ed in Romagna);
  • il servizio di corriere in favore delle famiglie già espatriate (non pochi casi si verificarono lungo il confine con la Svizzera).

Apporto Umano

Il fenomeno riguardò:

  • i singoli appartenenti al Corpo, i quali, spesso coadiuvati dalle proprie famiglie, si adoperarono nel portare aiuto ai perseguitati sfruttando i propri compiti istituzionali;
  • i reparti territoriali, specialmente quelli dislocati in zone di confine.

La ricerca ha consentito di ricostruire le vicende legate a circa:

  • n. 100 ufficiali;
  • n. 30 sottufficiali;
  • n. 30 appuntati e finanzieri.
  • 90 comandi di Circolo, Nucleo Polizia Tributaria, Compagnia, Tenenza, Brigata e Distaccamento.

Aree geografiche interessate

In via principale il Centro Nord d'Italia, corrispondente al territorio della Repubblica Sociale Italiana, ma anche i territori d'occupazione, come ad esempio la Francia meridionale ed i Balcani.

Perdite fra i militari del Corpo

Sono state ricostruite le posizioni di n. 12 militari del Corpo, distintisi per l'attività svolta in favore degli ebrei e dei perseguitati, caduti in tale contesto storico in quanto fucilati sul posto, ovvero morti nei campi di sterminio o per causa di tale internamento.